santalfredo
santalfredo

Il Monza conquista a Lecce il primo punto in Serie A

stadiolecce.jpg

LECCE-MONZA 1-1

Il Monza conquista il primo punto della sua storia in Serie A ma perde l’occasione di portare a casa da Lecce l’intera posta in palio. L’1-1 maturato allo Stadio Via del Mare non soddisfa nessuno, a parte l’allenatore biancorosso Giovanni Stroppa. In vantaggio (immeritatamente) per 1-0 la compagine brianzola non è stata in grado di difenderlo, calando vistosamente (come al solito) l’intensità di gioco nella ripresa. Alla fine ha salvato il pareggio Di Gregorio e non è un buon segnale aver sofferto così tanto contro il Lecce che è diretta concorrente nella lotta per la salvezza.

Contro i giallorossi pugliesi Stroppa ha dovuto fare a meno degli infortunati D’Alessandro, Andrea Ranocchia e Petagna, il primo, unico titolare, rimpiazzato nell’“undici” da Izzo con l’avanzamento sulla fascia di Carlos Augusto. Il tecnico dei salentini Marco Baroni lamentava invece l’mportante assenza di Strefezza.

Il match si è giocato davanti a oltre 23mila spettatori con un clima assolutamente estivo. Nonostante il gran caldo le due squadre hanno iniziato subito a pressare gli avversari e soprattutto a centrocampo si è lottato su ogni pallone.

Dopo un quarto d’ora si registrano due fiammate del Lecce: un colpo di testa di Baschirotto e un tiro-cross di Banda escono fuori di un soffio. Al 27’ Di Francesco non riesce per un attimo a deviare in rete. È invece il Monza a segnare, al 35’, con un calcio di punizione di Sensi dai 25 metri che si insacca lasciando impietrito il portiere di casa Falcone.

All’intervallo Stroppa opta per la sostituzione di Birindelli con Molina, ma al 3’ la sua squadra subisce il pareggio: Ceesay scappa sulla fascia sinistra, arriva sul fondo e mette in mezzo dove, nonostante la deviazione di Di Gregorio, la palla perviene al neoentrato Gonzalez, che la mette in rete. Il tecnico dei brianzoli fa tre cambi: leva Rovella, Caprari e Pessina per inserire Colpani, Ciurria e Valoti. Ciò nonostante la squadra biancorossa continua a subire il forcing del Lecce, che nei minuti di recupero, dopo l’ingresso in campo di Machin per Sensi, si fa più pressante. Al 46’ e al 47’ Di Gregorio salva il pareggio deviando in corner un colpo di testa di Gonzalez e un rasoterra del brianzolo Colombo da distanza ravvicinata.

In sala stampa Stroppa è apparso tranquillo: “Oggi almeno è arrivato il primo punto: abbiamo mosso la classifica. Mi auguro dia più consapevolezza alla squadra. Il primo tempo è scorso senza soffrire molto, mettendo anche in difficoltà il Lecce. Nella ripresa, invece, siamo andati in difficoltà, subendo subito il gol. È stata importante la spinta del pubblico, che ha aiutato il Lecce a tenerci dietro. Nelle altre partite la condizione fisica era cresciuta, mentre oggi nella ripresa c’è stata anche una certa difficoltà nella gestione della palla. Tra campo brutto e vento abbiamo avuto difficoltà ad arrivare in area avversaria. Nel secondo tempo gli attaccanti non hanno lavorato nel modo migliore e siamo andati in apnea, ma Di Gregorio ha fatto parate strepitose. L’obiettivo è la salvezza e non dobbiamo perderlo di vista. Il campionato è molto difficile e paghiamo la condizione fisica di molti ragazzi. Petagna? Non è andato in panchina per un affaticamento: è un problema che si risolverà in due giorni”.

Il Lecce non ha mandato in sala stampa Baroni per protesta nei confronti dell'arbitraggio.

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI