Roma-Amboise a piedi passando dalla Brianza: il viaggio di Leonardo

curnis1.jpgFiorenzo Mandelli, concorezzese doc, è il custode del Santuario della Madonna della Rocchetta a Cornate d'Adda, suggestivo luogo dove trovò ispirazione anche il genio di Leonardo Da Vinci. L'artista passò in Brianza anche in occasione del suo celebre viaggio da Roma ad Amboise. Esattamente 500 anni fa, nel 1516, Leonardo, in cerca di nuove commissioni e di protezioni, raggiunse Francesco I in compagnia degli allievi, Francesco Melzi e Salaì, quest'ultimo nativo di Oreno. Al castello reale Leonardo portò «La Vergine col Bambino e Sant’Anna», il «San Giovanni Battista» e la «Gioconda». In occasione dello storico anniversario, Marino Curnis, 43 anni, di Bergamo, ha ripercorso a piedi il viaggio di Leonardo. E' passato anche dalla Brianza e Mandelli ci racconta questa esperienza.

Appena ho saputo del progetto di Marino  Curnis non ho potuto fare a meno che ammirarne il coraggio e la forza.... Camminare per quasi 2000 chilometri per ripercorrere il viaggio di Leonardo da Roma ad Amboise mi è sembrata un'idea bizzarra quanto geniale, come era Leonardo da Vinci. 

Appena ho saputo che questo percorso passava anche qui vicino alla Rocchetta non ho potuto fare a mano che contattare Giovanni Bortolin, l'assistente di Marino, per organizzare un incontro con lui, confrontarci riguardo la nostra passione per Leonardo e magari fare un pezzo del suo cammino insieme. E così è stato. Marino ha dormito una notte a Concorezzo, il mio paese natale, da un amico e mercoledì (15 giugno, ndr) mattina ci siamo incontrati. Gli ho raccontato del Santuario della Madonna della Rocchetta, che si trova nel Parco Adda Nord, tra Paderno e Cornate e di questo tratto meraviglioso del fiume Adda che ospita i famosi “Tre Corni” che fecero da sfondo al dipinto della Vergine delle rocce

Gli ho consegnato una lettera (con il logo della Rocchetta) da portare ad Amboise alla tomba di Leonardo, con i miei saluti x lui.  Abbiamo fatto colazione insieme e poi chiacchierando ho fatto un pezzo del suo cammino con lui, è stato divertente. È incredibile pensare come in un'epoca in cui si viaggia alta velocità, c'è chi si riimpossessa del tempo semplicemente camminando e godendo ogni metro del suo percorso.

È forte un'esperienza del genere. A caldo c'è da credere che sia un folle, ma se ci pensiamo bene forse i folli siamo noi che corriamo sempre senza sapere dove siamo andando... Racconterò di Marino e del suo progetto anche ai miei ospiti che arrivano alla Rocchetta, perché tutti dovrebbero avere possibilità di incontrare persone così.

Per saperne di più sulla Rocchetta: clicca qui

cunris3.jpg

curnis.jpg

curnis2.jpg

Leggi anche

Con Atena tre giorni di Festa della Birra Eretica

Schianto in moto, muore 42enne di Vimercate

Dalla Brianza a Saint Tropez in Vespa per il raduno mondiale

visflex_250x250.jpg

Vuoi raggiungere oltre 8000 potenziali clienti in una settimana? Per la tua pubblicità Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o 349.6745705

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI