santalfredo
santalfredo

Massimiliano Capitanio

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

Concorezzo. È ufficiale l’impegno del Governo per rendere gratuiti i pedaggi autostradali alle ambulanze delle associazioni di volontariato e ai mezzi della Protezione civile. Nell’ambito del Decreto Genova, che ha stanziato 1 miliardo di euro per l’emergenza creatasi dopo il crollo del ponte Morandi, l’Esecutivo ha fatto proprio l’Ordine del giorno del giorno presentato dal deputato brianzolo Massimiliano Capitanio (Lega).

Partendo dal Decreto del Presidente della Repubblica del 16 dicembre 1992, che già prevederebbe che “i veicoli con targa C.R.I., nonché i veicoli delle associazioni di volontariato e degli organismi similari non aventi scopo di lucro per il soccorso/trasporto in emergenza, sono esentati dal pagamento dei pedaggi autostradali”, il provvedimento firmato dall’onorevole Capitanio impegna il Governo ad attuare definitivamente “attraverso un prossimo provvedimento legislativo, l’esenzione dai pedaggi autostradali per tutti i veicoli dei servizi di trasporto e soccorso sanitario e della protezione civile, nonché delle associazioni di volontariato appartenenti a reti nazionali e di altri enti del terzo settore di natura non commerciale, qualora siano impegnati nello svolgimento di attività istituzionali e siano provvisti di apposito contrassegno approvato con decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti”.

SOLO ANPAS PAGA OLTRE 3 MILIONI ALL'ANNO AD AUTOSTRADE

“In queste ore moltissimi mezzi delle associazioni di volontariato impegnati nella gestione dei disastri causati dal maltempo stanno pagando i pedaggi autostradali per raggiungere i luoghi alluvionati e questa è la dimostrazione che c’è qualcosa che non va – spiega Capitanio – L’attuale normativa non è chiara e io chiedo che sia messo nero su bianco che i mezzi dei volontari, escludendo le associazioni che fanno profitto, non paghino più i pedaggi quando sono impegnati in attività di soccorso o istituzionali. Una realtà come Anpas è costretta a versare ogni anno circa 3milioni di euro in pedaggi, è allucinante. Approvato l’ordine del giorno, sono già al lavoro perché si trovino le risorse della legge di bilancio, mentre la Commissione Trasporti della Camera ha già pronta una modifica ad hoc del Codice della strada”.

*/ ?>

Politica

Ambulanze gratis in autostrada, Governo dice sì a Capitanio

Ambulanze gratis in autostrada, Governo dice sì a Capitanio

Concorezzo. È ufficiale l’impegno del Governo per rendere gratuiti i pedaggi autostradali alle ambulanze delle associazioni di volontariato e ai mezzi della Protezione civile. Nell’ambito del Decreto Genova, che ha stanziato 1 miliardo di euro per l’emergenza creatasi dopo il crollo del ponte Morandi, l’Esecutivo ha fatto proprio l’Ordine del giorno del giorno presentato dal deputato brianzolo Massimiliano Capitanio (Lega). Partendo

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Il caso Asfalti Brianza arriva in Parlamento. Il deputato della Lega Massimiliano Capitanio ha presentato una interrogazione alla Camera per sollecitare una presa di posizione anche da parte del ministero all'Ambiente. Intanto per domenica è prevista una manifestazione di sensibilizzazione da parte dei comitati cittadini.

"Su Asfalti Brianza il Comune non deve essere lasciato solo e ciascuno deve fare la sua parte. Per questo ho presentato una interrogazione al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare  per dare ulteriore risonanza alla questione e soprattutto coinvolgere il Governo per la parte di competenza". Lo rimarca l'onorevole della Lega Massimiliano Capitanio nell'annunciare l'interrogazione presentata alla Camera dei Deputati. Interrogazione in cui, oltre a ripercorrere  la storia degli ultimi mesi, tra miasmi sempre più insopportabili, effetti sulla salute dei cittadini, vertici in Prefettura con i vari soggetti in campo e proteste, ha lanciato l'allarme per il prossimo futuro. "E' verosimile prevedere che, senza interventi risolutori e con le temperature di questi giorni, i disagi ed i malori non potranno che aggravarsi e concorrere ad esasperare ulteriormente la popolazione locale: tutti i livelli istituzionali dovranno lavorare coesi per garantire il quieto vivere dei residenti". Da qui la domanda se "il Ministro intenda interessarsi dei gravi disagi che la ditta Asfalti Brianza arreca a danno degli abitanti del Comune di Concorezzo e delle zone circostanti l’insediamento produttivo e quali provvedimenti urgenti intenda assumere pergarantire la salute ed il quieto vivere della cittadinanza, disponendo, eventualmente,apposite ispezioni da parte dell’Ispra e del Noe".

*/ ?>

Politica

Asfalti Brianza, interrogazione in Parlamento

Asfalti Brianza, interrogazione in Parlamento

Concorezzo. Il caso Asfalti Brianza arriva in Parlamento. Il deputato della Lega Massimiliano Capitanio ha presentato una interrogazione alla Camera per sollecitare una presa di posizione anche da parte del ministero all'Ambiente. Intanto per domenica è prevista una manifestazione di sensibilizzazione da parte dei comitati cittadini. "Su Asfalti Brianza il Comune non deve essere lasciato solo e ciascuno deve fare la sua parte. Per questo ho pre

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

Concorezzo. La centralissima via De Capitani ha fatto ieri, venerdì, da sfondo per i servizi televisivi dei Tg nazionali di Rai Uno, Rai Due e Rai Tre. L'occasione è stata l'intervista al deputato leghista Massimiliano Capitanio sui temi caldi della politica nazionale: Tav Torino-Lione e autonomia. Sulla prima Capitanio ha ribadito la linea del vicepremier Salvini, ovvero che non si tornerà indietro e si lavorerà per ridurre i costi di un miliardo. Sul tema dell'autonomia, l'onorevole brianzolo ha ricordato che Lombardia e Veneto si sono già espressi con un referendum il 22 ottobre 2017, che la stessa richiesta è già stata avanzata dall'Emilia Romagna e che ora anche da Sud arrivano richieste analoghe.

I servizi dei tg del pomeriggio: clicca qui

Il servizio sull'autonomia del Tg2 delle 20,30

*/ ?>

Politica

Autonomia e Tav: la Rai a Concorezzo

Autonomia e Tav: la Rai a Concorezzo

Concorezzo. La centralissima via De Capitani ha fatto ieri, venerdì, da sfondo per i servizi televisivi dei Tg nazionali di Rai Uno, Rai Due e Rai Tre. L'occasione è stata l'intervista al deputato leghista Massimiliano Capitanio sui temi caldi della politica nazionale: Tav Torino-Lione e autonomia. Sulla prima Capitanio ha ribadito la linea del vicepremier Salvini, ovvero che non si tornerà indietro e si lavorerà per ridurre i costi di un m

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. 523.000 prodotti di cancelleria contraffatti e quindi potenzialmente pericolosi per la salute. Un fatto gravissimo se si pensa che colle, scotch, penne, gomme, pennarelli, pastelli erano destinati anche a bambini e ragazzi. Ha fatto scalpore la notizia comunicata ieri dalla Guardia di Finanza di Monza e che vede al centro di un losco traffico di materiali "tarocchi" un capannone della zona industriale di Concorezzo gestito da un cittadino cinese. La filiera, tra l'altro, porta fino in Campania tra le pieghe della malavita napoletana.

In città, infatti, erano presenti i materiali che riportavano falsamente il marchio di una nota azienda leader nel settore degli adesivi e delle colle. L'imprenditore napoletano avrebbe poi smerciato i falsi, potenzialmente nocivi per la salute dei consumatori, su tutto il territorio nazionale. Il napoletano è stato denunciato dalla Procura di Monza per introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi e ricettazione. Aveva commissionato i prodotti contraffatti direttamente ad alcune ditte cinesi. La merce è stata sequestrata e verrà analizzata.

Non è la prima volta che la zona industriale di Concorezzo è al centro di operazioni anticonfraffazione.

Le reazioni politiche. "Complimenti alla Guardia di Finanza di Monza per aver isolato e debellato l'ennesimo caso di un virus letale per la nostra economia e anche per la nostra salute: la contraffazione - commenta il deputato Massimiliano Capitanio -  Il sequestro di mezzo milione di prodotti di cancelleria "tarocchi" provenienti dalla Cina e destinati anche ai bambini e ai ragazzi delle nostre scuole ci obbliga a mantenere alta l'attenzione su questo business illegale. I consumatori devono sapere che prodotti contraffatti equivalgono a prodotti a rischio e spesso nocivi, realizzati senza seguire protocolli di sicurezza e con materiali pericolosi per la salute. Su questi temi manca purtroppo consapevolezza e servono norme più severe. Alla Camera ho presentato una proposta di legge per contrastare un'altra grave forma di contraffazione, la pirateria cinematografica e musicale. I numeri sono allarmanti: 600 milioni di danni economici e 5900 posti di lavoro persi. E chi scarica illegalmente rischia sanzioni fino a 25000 euro e a volte il carcere, e spesso non lo sa...".

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

TUTTI I PRECEDENTI IN PAESE

A Concorezzo 4500 tarocchi made in China

Samsung, Apple e Burberry: a Concorezzo 13.000 tarocchi

\"THUN\" TAROCCHI, IL CROCEVIA ERA CONCOREZZO (ovviamente si tratta di cinesi...)

Falsi Made in Italy sequestrati e dati ai poveri

Detersivi cinesi, Comune pronto a chiudere un magazzino

Capannoni-lager per cinesi: responsabili anche proprietari e Comuni?

Cosmetici e giocattoli illegali, nuovo sequestro tra i cinesi

*/ ?>

Cronaca

Cancelleria potenzialmente nociva, blitz a Concorezzo

Cancelleria potenzialmente nociva, blitz a Concorezzo

Concorezzo. 523.000 prodotti di cancelleria contraffatti e quindi potenzialmente pericolosi per la salute. Un fatto gravissimo se si pensa che colle, scotch, penne, gomme, pennarelli, pastelli erano destinati anche a bambini e ragazzi. Ha fatto scalpore la notizia comunicata ieri dalla Guardia di Finanza di Monza e che vede al centro di un losco traffico di materiali "tarocchi" un capannone della zona industriale di Concorezzo gestito d

Concorezzo. Il deputato Massimiliano Capitanio, Segretario della Commissione interparlamentare per la Vigilanza Rai, è stato protagonista ieri sera a Striscia la Notizia, una delle trasmissioni più seguite del palinsesto serale.
Argomento del servizio, l'inchiesta promossa dall'inviato pugliese Pinuccio sul "naufragio" di due nuovi canali Rai: quello istituzionale, che avrebbe dovuto occuparsi della politica nazionale a livello governativo e parlamentare, e quello in lingua inglese, pensato per raggiungere gli italiani nel mondo ma soprattutto per comunicare notizie dall'Italia, promuovendo immagine, marketing territoriale, imprese, turismo e tanto altro.

L'amministratore delegato Rai aveva persino nominato i direttori dei canali, poi però non si è mosso più nulla.

Ecco il servizio integrale: https://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/sprechi-in-rai-il-caso-rai-english-_70183.shtml

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

*/ ?>

Politica

Capitanio a Striscia per i Canali Rai spariti nel nulla

Capitanio a Striscia per i Canali Rai spariti nel nulla

Concorezzo. Il deputato Massimiliano Capitanio, Segretario della Commissione interparlamentare per la Vigilanza Rai, è stato protagonista ieri sera a Striscia la Notizia, una delle trasmissioni più seguite del palinsesto serale.Argomento del servizio, l'inchiesta promossa dall'inviato pugliese Pinuccio sul "naufragio" di due nuovi canali Rai: quello istituzionale, che avrebbe dovuto occuparsi della politica nazionale a livello governativo e par

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Il deputato leghista Massimiliano Capitanio si appresta a lasciare il Parlamento. La Camera, a larghissima maggioranza, mercoledì pomeriggio lo ha votato come nuovo commissario in Agcom, l'Autorità di controllo e garanzia nei settori delle telecomunicazioni, dell'audiovisivo, dell'editoria e, più recentemente, delle poste.

Capitanio, infatti, si dimetterà dalla Commissione di Vigilanza Rai (dove ricopriva i ruoli di Segretario della Commissione e capogruppo della Lega) e dalla Commissione Trasporti, Poste e Tlc e, più in generale, dalla Camera dei Deputati dopo la firma del decreto di nomina del presidente della Repubblica, atteso nei prossimi giorni. Dei 431 presenti alla Camera, ben 221 deputati (oltre il 51%) hanno scritto sulla scheda (la modalità di votazione era la stessa utilizzata per il presidente della Repubblica) il nome di Capitanio, 170 le schede bianche, dieci i voti dispersi, il resto le schede nulle.

LA CARRIERA

Giornalista, 47 anni, laureato alla Cattolica di Milano e poi un map alla Bocconi, vicedirettore della struttura stampa del consiglio regionale della Lombardia prima del suo approdo in Parlamento e, negli anni ancora precedenti, capo segreteria e responsabile stampa dell'assessorato Politiche Sociali della Provincia di Milano, consulente giornalistico per il programma 'L'Ultima parola' di Rai2, responsabile politica e cronaca nera del Giornale di Monza e del Giornale di Vimercate, Capitanio ha sempre lavorato nell'ambito giornalistico e della comunicazione a 360 gradi. Settori di cui ha continuato ad occuparsi a Roma con una passione e una volontà di approfondimento che gli sono trasversalmente riconosciuti. Capitanio è anche primo firmatario e promotore della legge 92/2019 che he reintrodotto l'educazione civica come materia curricolare e obbligatoria nelle scuole italiane e, fra le altre, primo firmatario e promotore della proposta di legge 2188 volta a prevenire e reprimere la diffusione illecita di contenuti tutelati dal diritto d'autore mediante le reti di comunicazione elettronica, attualmente in discussione alla camera dei deputati nelle commissioni IX e VII. Alla Camera Capitanio era anche tesoriere del gruppo Lega, ruolo che stava ricoprendo anche nel Comitato Giustizia Giusta che ha promosso i referendum per cui si voterà il prossimo 12 giugno.

IL MESSAGGIO AFFIDATO AI SOCIAL

"Dopo 4 anni intensi, straordinari, faticosi ma gratificanti, sto per lasciare il Parlamento - ha scritto Capitanio sui suoi canali social - La Camera, a maggioranza assoluta, con un risultato inaspettato per dimensioni, mi ha votato come futuro commissario di Agcom, la massima Autorità nel campo tlc, tv, radio, editoria, piattaforme, poste. Ringrazio tutti i partiti per l'alto gesto di stima e fiducia, non scontato in politica, che farò in modo di ripagare con impegno e dedizione. Ringrazio Matteo Salvini e la Lega per aver creduto in me, dopo avermi donato l'emozionante esperienza da parlamentare. Ringrazio i colleghi, molti dei quali Amici veri, per avermi sostenuto e accresciuto. Lascio il Parlamento con l'orgoglio brianzolo del lavoro fatto: la legge sull'educazione civica che porta la mia firma, la definitiva gratuità dei pedaggi autostradali per le ambulanze all'indomani della tragedia del ponte Morandi, la proposta di legge contro la pirateria audiovisiva (1 miliardo di euro rubati ogni anno al Paese) in discussione in Commissione, la Risoluzione con cui abbiamo sbloccato 1,7 miliardi per i voucher per la banda ultralarga per famiglie, scuole e imprese, l'inserimento della metropolitana Cologno-Vimercate tra le priorità dell'ultimo Bilancio di Stato, le norme per la semplificazione burocratica e la digitalizzazione, il costante ascolto spesso risolutivo del territorio, l'impegno per una Rai più moderna, con meno sprechi, con più cultura e senza tentazioni sull'aumento del canone".

"Quando il Presidente Mattarella avrà firmato il Decreto di nomina, si aprirà per me una nuova straordinaria esperienza. Non sarà facile mettere nel cassetto la passione politica e l'amore per il contatto vivo con il territorio. Ma oggi è quanto mai cruciale mettere delle regole (e farle rispettare) nel campo degli over the top, nutrire la cultura di una sana cittadinanza digitale,  sostenere il sistema radiotelevisivo ed editoriale, lavorare a uno sviluppo efficiente e sicuro delle reti di telecomunicazioni, garantire i diritti dei cittadini. Proverò a essere all'altezza della sfida. Lascio con sincera emozione e con una punta di orgoglio per aver cercato di svolgere degnamente il ruolo da deputato e di rappresentante dei cittadini", conclude.

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

IL LAVORO PER LA BRIANZA

Tra i tanti risultati ottenuti anche grazie all'intervento dell'onorevole Massimiliano Capitanio si ricordano l'inserimento di Concorezzo nella rosa dei "Borghi del futuro", il salvataggio dell'ufficio postale di Ruginello, lo sblocco di 200 mila euro per la riqualificazione delle scuole di Correzzana, il pressing sulla vicenda degli sfollati di Bernareggio, l'inserimento del prolungamento della metropolitana Cologno-Vimercate tra le priorità dell'ultima finanziaria, l'intervento per sbloccare 33 milioni della rigenerazione urbana per i Comuni di Arcore, Besana, Bovisio, Carate, Concorezzo, Lentate, Muggiò, Seregno, Seveso, il lavoro per accelerare la posa della fibra a Roncello, Carate, Concorezzo e Arcore, la promozione della Brianza nei servizi Rai, l'interrogazione per potenziare il Tribunale di Monza, l'intervento per la riapertura dell'ufficio postale di Carugate, il fondamentale supporto per la liberazione di Ikram Nazih, la giovane nata a Vimercate e incarcerata per blasfemia in Marocco, il patrocinio della Camera per il settimo centenario della morte di San Rainaldo da Concorezzo, il supporto al dipendente della Star di Agrate licenziato (e poi reintegrato) per non aver indossato la mascherina, l'ordine del giorno a sostegno dei volontari della Don Mario Ciceri di Sulbiate, l'interrogazione per portare più Vigili del fuoco a Monza, i 1156 voucher da 500 euro erogati in Brianza per acquistare tablet o pc durante la pandemia, l'arrivo delle telecamere di Rai Uno di "Paesi che vai.." per raccontare le bellezze di Monza, l'intervento per evitare lo spostamento della sede della Polizia stradale di Arcore, i progetti di educazione alla cittadinanza digitale nelle scuole di Giussano e Concorezzo, l'ordine del giorno sulla vertenza Linkra Compel di Cornate, il supporto per l'avvio del liceo pedagogico al Vanoni di Vimercate, l'intervento per trasferire i richiedenti asilo dalle case di via Fermi a Correzzana, l'interrogazione a sostegno dei lavoratori Amazon di Burago, l'interrogazione sulla crisi della Peg Perego di Arcore

 

Nelle foto Massimiliano Capitanio incontra il presidente Mattarella in occasione della visita del presidente della Repubblica Armena e, più sotto, il momento dell'annuncio del voto di mercoledì

 

 

 

*/ ?>

Politica

Capitanio commissario Agcom, lascerà la Camera

Capitanio commissario Agcom, lascerà la Camera

Concorezzo. Il deputato leghista Massimiliano Capitanio si appresta a lasciare il Parlamento. La Camera, a larghissima maggioranza, mercoledì pomeriggio lo ha votato come nuovo commissario in Agcom, l'Autorità di controllo e garanzia nei settori delle telecomunicazioni, dell'audiovisivo, dell'editoria e, più recentemente, delle poste. Capitanio, infatti, si dimetterà dalla Commissione di Vigilanza Rai (dove ricopriva i ruoli di Segretario de

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. E' il deputato concorezzese Massimiliano Capitanio il primo firmatario della proposta di legge che riporterà l'obbligo dell'insegnamento dell'educazione civica in tutte le scuole d'Italia. L'iter parlamentare prenderà il via alla Camera a gennaio e oggi Capitanio ha presentato i punti cardine del progetto insieme ai ministri Matteo Salvini, Marco Bussettie Lorenzo Fontana.

L’insegnamento dell’educazione civica sarà obbligatorio e curricolare dalla scuola materna fino alla secondaria di secondo grado. Il provvedimento, condiviso con la maggioranza di governo, oltre a sostenere progetti di educazione civica fin dalla scuola materna, prevede che alla materia siano dedicate, a partire dalla primaria, 33 ore annuali, con valutazione dal terzo anno delle elementari e certificazioni “soft skills” alla fine del triennio della scuola secondaria di primo grado e del biennio della secondaria di secondo grado. L’educazione civica sarà inoltre materia di colloquio in occasione dell’esame di terza media e di maturità.

Nel rispetto dell'autonomia scolastica, il Miur elaborerà un regolamento per orientare l'insegnamento di alcune materie a partire dalla conoscenza della Costituzione, spaziando dal contrasto a bullismo e cyberbullismo fino all’educazione stradale o al contrasto alla dipendenza da droghe e alcol.

È previsto lo stanziamento di un milione di euro per premiare le best practice scolastiche in occasione della cerimonia del 2 giugno. Per rafforzare il patto educativo tra scuola e famiglia sono introdotti due momenti di formazione all’anno per facilitare il dialogo tra docenti, studenti e famiglie.

"Dalle parole ai fatti - ha detto l'onorevole Capitanio - Dopo tanti annunci nelle passate legislature, finalmente si parte davvero. Questa proposta di legge è una buona notizia, è un atto dovuto ma soprattutto è un attestato di stima e fiducia nei confronti dell’istituzione scolastica, dei nostri docenti e in particolare dei nostri bambini e dei nostri ragazzi".

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

 

 

*/ ?>

Politica

Capitanio e Salvini riportano l'educazione civica in pagella

Capitanio e Salvini riportano l'educazione civica in pagella

Concorezzo. E' il deputato concorezzese Massimiliano Capitanio il primo firmatario della proposta di legge che riporterà l'obbligo dell'insegnamento dell'educazione civica in tutte le scuole d'Italia. L'iter parlamentare prenderà il via alla Camera a gennaio e oggi Capitanio ha presentato i punti cardine del progetto insieme ai ministri Matteo Salvini, Marco Bussetti e Lorenzo Fontana. L’insegnamento dell’educazione civica sarà obbligator

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

Concorezzo. Con la cosiddetta Fase 2 dell'emergenza Coronavirus, si riapre il dibattito sulla mobilità sostenibile. Di recente il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, è tornato a puntare i riflettori sui collegamenti tra il capoluogo meneghino e la Brianza, soffermandosi sul prolungamento della M5 da Milano a Monza. "Ho apprezzato la recente intervista del sindaco di Milano con cui Sala ha rimarcato, in vista della fase 2, l'urgenza di accelerare sul prolungamento della linea M5 fino a Monza, opera resa possibile dallo stanziamento della Lega al Governo - ha commentato il deputato leghista Massimiliano Capitanio - Ora Sala dovrebbe aggiungere al suo elenco anche altre opere di cui la Brianza ha fortemente bisogno come il tratto Cologno-Vimercate della M2. Mentre il sindaco 5stelle di Torino ha ricevuto dal suo Governo 800 milioni per la linea 2 del capoluogo piemontese, Sala non ha ottenuto un euro per connettere Milano e il Vimercatese: lo ricordi subuto ai rappresentanti del PD a Roma", ha concluso Capitanio, che lavora nella Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazione della Camera.

L'intervento del sindaco Sala. "Le metropolitane fanno la differenza: per cui avanti sulla M4, appena possibile ripartiremo con la progettazione esecutiva del prolungamento della linea 1 della metropolitana fino a Baggio e della linea 5 fino a Monza". Lo ha spiegato il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, nel video che ogni giorno posta sulle pagine social, parlano della mobilità a Milano. "Perché le metropolitane richiedono tanti anni, sono costose ma cambiano il modo di muoversi in una grande città come Milano e quindi cambiano la socialità - ha aggiunto -. Inoltre sulla mobilità ieri ho detto che terremo aperta l'Area B, non faremo pagare l'area C, è una cosa che non mi entusiasma perché non è in linea con il mio credo ma è necessaria. Però bisogna utilizzare questo tempo per migliorare e andare avanti, mi batterò perché ci vengano finanziate nuove modalità di mobilità elettrica e soprattutto si andrà avanti sulle metropolitane". A Milano "noi rispettiamo le regole e rispetteremo tutte le ordinanze. Preciso che non spingeremo per tornare al lavoro prima del dovuto, ma appena si può si torna al lavoro, di corsa, nel rispetto delle norme di sicurezza", ha aggiunto Sala.

*/ ?>

Cronaca

Capitanio sprona il sindaco Sala sulla M2

Capitanio sprona il sindaco Sala sulla M2

Concorezzo. Con la cosiddetta Fase 2 dell'emergenza Coronavirus, si riapre il dibattito sulla mobilità sostenibile. Di recente il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, è tornato a puntare i riflettori sui collegamenti tra il capoluogo meneghino e la Brianza, soffermandosi sul prolungamento della M5 da Milano a Monza. "Ho apprezzato la recente intervista del sindaco di Milano con cui Sala ha rimarcato, in vista della fase 2, l'urgenza di acce

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREVimercate. 4 euro è il costo del pedaggio della Tangenziale Est per i brianzoli che, tutti i giorni, usano la A51 per andare a Milano per università o lavoro, o che comunque si trovano a oltrepassare le barriere di Agrate e Vimercate. Tantissimi, come noto, aggirano l'ostacolo uscendo ad Agrate (per chi arriva da Vimercate) o a Carugate (arrivando da Milano), ma pagando il prezzo in termini di chilometri e code. Pochi sanno che, da oltre un anno, dopo il forte pressing dei rappresentanti della Lega a livello regionale e parlamentare, è attivo uno sconto del 25% per i pendolari, ovvero per chi attraversa le barriere almeno 20 volte al mese.

Ecco come accedere agli sconti

Nelle ultime ore la politica è tornata a dibattere l'annosa questione. Il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Marco Fumagalli, propone a Serravalle di attivare una sorta di abbonamento per concedere sconti agli utenti.

"È chiaro che i fondi che Serravalle ha raccolto fino ad oggi sono stati più che sufficienti a ripagare il percorso tangenziale a nord di Agrate. È evidente che i fondi che vengono raccolti con il casello servono per realizzare Pedemontana che impatta negativamente sul territorio brianzolo. In tale contesto attivare una sorta di abbonamento destinato a ridurre l’impatto economico della barriera di Agrate, è un gesto di attenzione nei confronti di un territorio che tanto ha dato e poco ricevuto. Eventualmente tale “abbonamento” potrebbe terminare una volta realizzato il collegamento mediante metrotramvia con Cologno Nord in modo che i pendolari siano disincentivati all’uso della tangenziale e convergano sui parcheggi di interscambio del vimercatese”, spiega Fumagalli.

A stretto giro la replica della Lega che, oltre a ricordare a Fumagalli come ormai l'interlocutore sia di fatto Ferrovie Nord Milano, rivendica lo sconto ottenuto un anno fa e chiede semmai di pensare a ulteriori misure.

"Leggere in queste ore dell'interessamento del consigliere regionale lombardo Fumagalli al problema del casello della tangenziale Est fa quasi tenerezza. Mentre la Lega di Governo stanziava 1 miliardo per la metropolitana in Brianza, i grillini buttavano al vento 250 milioni per i monopattini elettrici, senza contare i miliardi sprecati per i banchi a rotelle. Evidentemente c'è un approccio diverso ai temi della mobilità. Sul casello di Agrate-Vimercate, storica battaglia della Lega, già da settembre del 2019 avevamo chiesto e ottenuto l'estensione anche ai possessori di telepass dello sconto mensile del 25% per tutti gli utenti che effettuano più di 20 passaggi al mese alle barriere di Vimercate della A51: l'avvento del Covid-19 non consente, al momento, di misurare l'efficacia concreta di questa opportunità, che ancora pochi sfruttano. Fumagalli, infine, dimentica la recente aggregazione di Serravalle con Fnm: se vogliamo parlare seriamente, sarebbe il caso di iniziare un dialogo con i nuovi proprietari, anziché fare comunicati stampa senza capo nè coda su fantomatici abbonamenti. Nel frattempo bussi al suo Governo".

Lo dichiarano il deputato leghista Massimiliano Capitanio, membro della Commissione Trasporti della Camera, e il consigliere regionale brianzolo, Alessandro Corbetta

*/ ?>

Cronaca

Casello Tangenziale: 25% di sconto, ma pochi lo sanno

Casello Tangenziale: 25% di sconto, ma pochi lo sanno

Vimercate. 4 euro è il costo del pedaggio della Tangenziale Est per i brianzoli che, tutti i giorni, usano la A51 per andare a Milano per università o lavoro, o che comunque si trovano a oltrepassare le barriere di Agrate e Vimercate. Tantissimi, come noto, aggirano l'ostacolo uscendo ad Agrate (per chi arriva da Vimercate) o a Carugate (arrivando da Milano), ma pagando il prezzo in termini di chilometri e code. Pochi sanno che, da oltre un ann

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Nella magica cornice del Lido, in occasione della 78° edizione del Festival internazionale d'Arte cinematografica, c'era anche il deputato concorezzese Massimiliano Capitanio. Venerdì mattina il capogruppo leghista in Vigilanza Rai e primo firmatario della legge che ha riportato l'educazione civica a scuola, ha partecipato al convegno promosso da Anica, Cinecittà e Mpa. L'onorevole Capitanio è stato invitato per illustrare il suo progetto di legge per il contrasto alla pirateria audiovisiva, un business da oltre 1 miliardo di euro all'anno in mano alla criminalità organizzata.

"La pirateria audiovisiva è un cancro che mette a rischio la filiera del cinema e in generale l'industria culturale italiana. Oggi, in occasione del convegno organizzato da Mpa, Anica e Cinecittà, è stata presentata la proposta di legge della Lega per contrastare la criminalità che agisce soprattutto online, fornendo illegalmente film e contenuti sportivi. Per stroncare questo fenomeno servono più informazione sui reati che spesso vengono commessi inconsapevolmente dagli utenti, una cultura della legalità che parta dalle scuole e azioni di trasparenza e tracciabilità da cui non possono esimersi anche le grandi piattaforme digitali. Il parlamento si è già espresso per un forte sostegno al protocollo Kbyc (Know your business customer), in Europa il Governo faccia sentire con forza questa posizione".

“Con il Digital services act dobbiamo tutelare i consumatori online e vogliano regolamentare le piattaforme su come gestire i contenuti pirati, obbligando quest’ultime a una maggiore responsabilità e tracciabilità”, ha detto nel corso dell’evento Sabine Verheyen, europarlamentare e presidente della Commissione Cultura.

 

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

*/ ?>

Cultura

Cinema e legalità, Capitanio ospite a Venezia

Cinema e legalità, Capitanio ospite a Venezia

Concorezzo. Nella magica cornice del Lido, in occasione della 78° edizione del Festival internazionale d'Arte cinematografica, c'era anche il deputato concorezzese Massimiliano Capitanio. Venerdì mattina il capogruppo leghista in Vigilanza Rai e primo firmatario della legge che ha riportato l'educazione civica a scuola, ha partecipato al convegno promosso da Anica, Cinecittà e Mpa. L'onorevole Capitanio è stato invitato per illustrare il suo

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Studio della Costituzione, educazione ambientale, educazione alla cittadinanza digitale. Sono le tre macroaree su cui si baserà lo studio dell'educazione civica, materia che dal prossimo anno tornerà ad essere obbligatoria e con votazione in pagella a partire dalla scuola primaria. La legge 92 del 2019, promossa come primo firmatario dal deputato brianzolo Massimiliano Capitanio, prevede anche dei percorsi specifici per i bambini della scuola dell'infanzia che potranno gradualmente avvicinarsi ai temi del rispetto delle regole e delle persone. Saranno almeno 33 le ore obbligatorie nel corso dell'anno e, oltre al voto in pagella, l'educazione civica sarà materia d'esame in terza media e alla maturità.

"Sono naturalmente orgoglioso di questo risultato che è una vittoria non solo della Lega, ma di tutto il Parlamento considerato il sostegno trasversale di tutti i partiti. Abbiamo fortemente voluto questa legge ricordando l'intuizione di Aldo Moro che, per primo, sentì la necessità di 'pulire' il futuro ai nostri ragazzi. L'emergenza Covid non ha fatto altro che confermare quanto fossero necessarie e non più rimandabili certe istanze contenute nella legge: rispetto delle regole, educazione ambientale, educazione alla cittadinanza digitale. Non nascondo che, il prossimo anno, quando troverò nella pagella dei miei figli anche l'educazione civica, proverò un'emozione speciale", spiega Capitanio.

Ecco le linee guida inviate dal ministero a tutte le scuole

Leggi anche

E\' concorezzese la legge sull\'educazione civica

Capitanio e Salvini riportano l\'educazione civica in pagella

*/ ?>

Cultura

Con la legge Capitanio torna l'educazione civica

Con la legge Capitanio torna l'educazione civica

Concorezzo. Studio della Costituzione, educazione ambientale, educazione alla cittadinanza digitale. Sono le tre macroaree su cui si baserà lo studio dell'educazione civica, materia che dal prossimo anno tornerà ad essere obbligatoria e con votazione in pagella a partire dalla scuola primaria. La legge 92 del 2019, promossa come primo firmatario dal deputato brianzolo Massimiliano Capitanio, prevede anche dei percorsi specifici per i bambini de

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

Concorezzo. La città avrà un proprio rappresentante in Parlamento. Massimiliano Capitanio, 43 anni, cresciuto in città e da qualche anno residente a Correzzana, è stato eletto alla Camera dei Deputati. Forte del risultato del Carroccio (primo anche in paese), il giornalista concorezzese farà parte della nutrita delegazione brianzola a Roma. Nel suo collegio (il plurinominale Lombardia 1 - 01), la Lega ha raccolto 130.230 voti, attestandosi su una media del 25,77%, prima forza assoluta davanti a Movimento 5 Stelle, PD e Forza Italia.

Sposato, padre di due figli di 8 e 4 anni, Capitanio era attualmente impegnato in Consiglio regionale come vicedirettore della Struttura stampa. Fondatore del nostro giornale on-line, ha lavorato in passato per il  Giornale di Vimercate, Giornale di Monza e per la trasmissione televisiva L'Ultima parola su Rai Due. Il fratello gemello, Mauro Capitanio, è attualmente presidente del Consiglio comunale di Concorezzo.

Altri dettagli qui (clicca)

*/ ?>

Politica

Concorezzo ha un deputato, Capitanio eletto alla Camera

Concorezzo ha un deputato, Capitanio eletto alla Camera

Concorezzo. La città avrà un proprio rappresentante in Parlamento. Massimiliano Capitanio, 43 anni, cresciuto in città e da qualche anno residente a Correzzana, è stato eletto alla Camera dei Deputati. Forte del risultato del Carroccio (primo anche in paese), il giornalista concorezzese farà parte della nutrita delegazione brianzola a Roma. Nel suo collegio (il plurinominale Lombardia 1 - 01), la Lega ha racco

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

Concorezzo. Un affresco di 6 minuti per raccontare la parabola che ha portato Massimiliano Capitanio dalle sedie della sezione cittadina della Lega allo scranno di Palazzo Montecitorio. Alcuni giorni fa Rai Tre ha mandato in onda una puntata della rubrìca dedicata ai parlamentari e girata in campagna elettorale in un giorno di mercato. Capitanio, 45 anni, si è avvicinato alla Lega all'inizio degli anni Novanta, ricoprendo poi ruoli di vertice nel Movimento giovani padani (coordinatore federale del Movimento studentesco), affiancando Matteo Salvini alla comunicazione quando l'attuale ministro divenne segretario della Lega Lombarda e dirigendo poi l'ufficio stampa del Pirellone come vicedirettore dal 2013 al 2018. A marzo 2018 l'elezione in Parlamento e l'approdo nelle Commissioni Trasporti, Poste e Telecomunicazioni e Vigilanza Rai.

Davanti alle telecamere Rai, oltre a Capitanio, il volto operoso della comunità: artigiani, commercianti, Forze dell'ordine, semplici cittadini.

Ecco il servizio

 

*/ ?>

Politica

Da Concorezzo al Parlamento: telecamere Rai in città

Da Concorezzo al Parlamento: telecamere Rai in città

Concorezzo. Un affresco di 6 minuti per raccontare la parabola che ha portato Massimiliano Capitanio dalle sedie della sezione cittadina della Lega allo scranno di Palazzo Montecitorio. Alcuni giorni fa Rai Tre ha mandato in onda una puntata della rubrìca dedicata ai parlamentari e girata in campagna elettorale in un giorno di mercato. Capitanio, 45 anni, si è avvicinato alla Lega all'inizio degli anni Novanta, ricoprendo poi ruoli di vertice

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. 100.000 euro per la messa in sicurezza di scuole, edifici pubblici e strade. Anche Concorezzo beneficerà dei fondi liberati ieri, 10 gennaio, con un Decreto del Ministero dell'Interno, retto dal vicepremier leghista Matteo Salvini.

I contributi ai Comuni sono finalizzati a investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifìci pubblici e patrimonio comunale e sono pari complessivamente a 394.490.000,00 euro.

"Dalle parole ai fatti non è uno slogan, ma è il modo concreto di lavorare che ci siamo dati a Roma, portando anche al Governo l'attenzione per gli enti locali che le Regioni amministrate dalla Lega hanno sempre avuto - commenta il deputato concorezzese della Lega, Massimiliano Capitanio - Sono contento che tra i tanti Comuni brianzoli beneficiari dei 400 milioni stanziati dal vicepremier Salvini ci sia anche Concorezzo. Un ulteriore segnale di attenzione al territorio dopo i 900 milioni stanziati per portare la metropolitana a Monza e dopo i 20 carabinieri in più inviati sul territorio. Non dimentichiamoci dei fondi per sostenere gli alunni disabili nelle nostre scuole e tanti segnali di attenzione che non fanno notizia ma arrivano direttamente nelle nostre case".

La legge di bilancio 2019, recentemente approvata dal Parlamento, dispone: ''Per l'anno 2019, sono assegnati ai comuni contributi per investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifìci pubblici e patrimonio comunale, nel limite complessivo di 400 milioni di euro. I contributi di cui al periodo precedente sono assegnati, entro il 10 gennaio 2019, con decreto del Ministero dell'interno, ai comuni con popolazione inferiore ai 2.000 abitanti nella misura di 40.000 euro ciascuno, ai comuni con popolazione tra 2.000 e 5.000 abitanti nella misura di 50.000 euro ciascuno, ai comuni con popolazione tra 5.001 e 10.000 abitanti nella misura di 70.000 euro ciascuno e ai comuni con popolazione tra 10.001 e 20.000 abitanti nella misura di 100.000 euro ciascuno. Entro il 15 gennaio 2019, il Ministero dell'interno dà comunicazione a ciascun comune dell'importo del contributo ad esso spettante.''

*/ ?>

Cronaca

Dal Ministero dell'Interno 100.000 euro per Concorezzo

Dal Ministero dell'Interno 100.000 euro per Concorezzo

Concorezzo. 100.000 euro per la messa in sicurezza di scuole, edifici pubblici e strade. Anche Concorezzo beneficerà dei fondi liberati ieri, 10 gennaio, con un Decreto del Ministero dell'Interno, retto dal vicepremier leghista Matteo Salvini. I contributi ai Comuni sono finalizzati a investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifìci pubblici e patrimonio comunale e sono pari complessivamente a 394.490.000,00 euro. "Dalle

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. "Nel rispetto di coloro che usano in modo corretto la condivisione e con l'obiettivo di tutelare l'interesse dei nostri abbonati, nessun cambio verra' introdotto nella stagione in corso". Con questa nota Dazn, la piattaforma che ha acquisito la quasi totalità dei diritti per le partite di serie A, ha deciso di tornare sui propri passi dopo la ventilata possibilità di impedire ai propri abbonati di vedere contemporaneamente la stessa partita su più device. Questa opportunità consentiva di fatto di condividere lo stesso abbonamento con un famigliare o un amico, ma allo stesso tempo sarebbe stata al centro di operazioni di pirateria. Da qui l'ipotesi di introdurre modifiche alle condizioni contrattuali in corso d'opera. Dopo le proteste di milioni di abbonati, la politica si era mossa. Il deputato concorezzese Massimiliano Capitanio, che già ad agosto aveva presentato un esposto all'Agcom per la pessima qualità del servizio offerto in occasione delle prime partite, nelle scorse ore aveva annunciato una interrogazione alla Camera e un esposto all'Agcm, l'autorità Garante della concorrenza. Il ministero dello Sviluppo Economico (Mise), guidato dal leghista Giancarlo Giorgetti, aveva convocato Dazn per il prossimo martedì. Oggi il comunicato dell'azienda che ha fatto tirare un sospiro di sollievo a milioni di abbonati.

"La decisione di Dazn di non vietare la doppia utenza è un goal di buonsenso. Non è giusto che utenti onesti paghino il prezzo delle azioni illegali di furbetti o addirittura di veri e propri criminali della pirateria audiovisiva. Il prossimo 22 novembre le Commissioni IX e VII della Camera inizieranno l'iter del progetto di legge contro la pirateria fortemente voluto dalla Lega: quella sarà l'occasione per fornire a Dazn ulteriori strumenti per contrastare le pratiche illegali. Se siamo arrivati oggi a questo risultato è grazie al pressing della Lega e al pronto intervento del Mise", ha commentato Capitanio, deputato Lega, capogruppo in Vigilanza Rai e primo firmatario del progetto di legge per il contrasto alla pirateria audiovisiva.

 

*/ ?>

Sport

Dazn ci ripensa dopo il pressing di Capitanio

Dazn ci ripensa dopo il pressing di Capitanio

Concorezzo. "Nel rispetto di coloro che usano in modo corretto la condivisione e con l'obiettivo di tutelare l'interesse dei nostri abbonati, nessun cambio verra' introdotto nella stagione in corso". Con questa nota Dazn, la piattaforma che ha acquisito la quasi totalità dei diritti per le partite di serie A, ha deciso di tornare sui propri passi dopo la ventilata possibilità di impedire ai propri abbonati di vedere contemporaneamente la s

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Era il 26 agosto quando il deputato concorezzese Massimiliano Capitanio chiese l'intervento dell'Autorità di controllo sulle comunicazioni (Agcom) per i primi disservizi lamentati dai clienti Dazn. Il caso è poi approdato alla IX Commissione della Camera dove tutti i partiti, ad eccezione di Fratelli d'Italia, hanno votato una Risoluzione per mettere alle strette l'operatore. Ora, con una comunicazione ufficiale, arrivano i primi rimborsi: 1 mese gratuito per i clienti diretti, 1 voucher di equivalente valore per chi accede tramite altre app (Google, Apple, Amazon).

 "Una prima vittoria del pressing della politica e della Lega sono i rimborsi in arrivo per migliaia di utenti Dazn. I clienti che, lo scorso 23 settembre, hanno visto partite a singhiozzo o addirittura hanno faticato ad accedere alla piattaforma, avranno un mese di abbonamento in omaggio o un voucher in caso di accesso tramite altre tipologie di App. Mi sono confrontato personalmente con i responsabili di Dazn per chiarire che il nostro lavoro mira a garantire la trasparenza e la qualità del servizio di tutte le piattaforme, senza pregiudizi. Per questo stiamo lavorando al recepimento del nuovo Codice delle comunicazioni elettroniche in modo tale che ci siano regole valide per tutti gli operatori e  con l'unico obiettivo di garantire un servizio di qualità ai milioni di italiani che hanno diritto di godersi le partite di calcio senza interruzioni a fronte del pagamento di un servizio. Ho chiesto a Dazn che la comunicazione sui rimborsi sia la più capillare e trasparente possibile", dichiara Massimiliano Capitanio, capogruppo in Vigilanza Rai che, sul caso Dazn, ha chiesto e ottenuto l'intervento di Agcom in IX Commissione alla Camera.

Leggi anche

Con la legge Capitanio torna l'educazione civica

Emendamento Capitanio per aiutare Protezione civile e Alpini

Ikram è libera, la felicità dell'onorevole Capitanio

Cinema e legalità, Capitanio ospite a Venezia

*/ ?>

Politica

Dazn, dopo il pressing di Capitanio arrivano i rimborsi

Dazn, dopo il pressing di Capitanio arrivano i rimborsi

Concorezzo. Era il 26 agosto quando il deputato concorezzese Massimiliano Capitanio chiese l'intervento dell'Autorità di controllo sulle comunicazioni (Agcom) per i primi disservizi lamentati dai clienti Dazn. Il caso è poi approdato alla IX Commissione della Camera dove tutti i partiti, ad eccezione di Fratelli d'Italia, hanno votato una Risoluzione per mettere alle strette l'operatore. Ora, con una comunicazione ufficiale, arrivano i primi ri

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Non poteva mancare la Lega concorezzese al maxi-raduno che, oggi, ha portato a Pontida da tutta Italia decine di migliaia di sostenitori del Carroccio e di Matteo Salvini. Per la prima volta anche un concorezzese è salito sul palco del "patrone", il deputato Massimiliano Capitanio che ha partecipato con la delegazione della Camera. A Pontida, tra i tanti concorezzesi, anche il gemello, Mauro Capitanio, presidente del Consiglio comunale, Vittorio Mandelli, segretario di Circoscrizione e Sergio Bordogna, membro del direttivo di via Manzoni, 4.

Ad oggi i sondaggi danno la Lega di Matteo Salvini al 31,2%, primo partito a livello nazionale. Un peso che avrà una certa rilevanza anche in occasione delle elezioni comunali del 2019.

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

 

*/ ?>

Politica

Decine di migliaia a Pontida, Concorezzo c'è

Decine di migliaia a Pontida, Concorezzo c'è

Concorezzo. Non poteva mancare la Lega concorezzese al maxi-raduno che, oggi, ha portato a Pontida da tutta Italia decine di migliaia di sostenitori del Carroccio e di Matteo Salvini. Per la prima volta anche un concorezzese è salito sul palco del "patrone", il deputato Massimiliano Capitanio che ha partecipato con la delegazione della Camera. A Pontida, tra i tanti concorezzesi, anche il gemello, Mauro Capitanio, presidente del Consiglio comuna

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

Concorezzo. Un provvedimento esemplare per chi ha compiuto un gesto gravissimo e la piena disponibilità delle massime istituzioni a sostenere un percorso di rilancio della scuola. Sono questi alcuni dei contenuti dell'incontro avuto questa mattina dall'onorevole leghista Massimiliano Capitanio con il dirigente scolastico Daniele Zangheri, preside dell'istituto Floriani di Vimercate, al centro della gravissima aggressione di una docente da parte di un gruppo di studenti, per ora anonimamente indagati anche dalla Procura della Repubblica (leggi).

"Questa mattina ho incontrato il professor Daniele Zangheri, il preside dell'Istituto Floriani di Vimercate purtroppo al centro della gravissima aggressione ai danni di una docente - ha scritto il deputato concorezzese su Facebook - Ci siamo confrontati sui problemi delle nostre scuole superiori, sulle emergenze educative che devono coinvolgere studenti e genitori e sulla necessità di tutelare chi ha voglia di imparare e crescere. Ho portato la massima disponibilità del ministro dell'Istruzione, Marco Bussetti, a collaborare con dirigente e docenti, mettendo a disposizione le strutture del ministero e portato la solidarietà e vicinanza del ministro dell'Interno,Matteo Salvini. Ho avuto modo di spiegare velocemente il senso del mio progetto di legge sul ritorno dell'obbligo dell'educazione civica nelle scuole e di proporre la partecipazione a un progetto di formazione alla cittadinanza digitale promosso daGoogle in collaborazione conAltroconsumo eSOS - Il Telefono Azzurro Onlus. Resto fermamente convinto che l'episodio accaduto all'interno della scuola meriti un provvedimento esemplare, ma anche che si debba ripartire da qui per rilanciare e migliorare questo prezioso centro di formazione".

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

*/ ?>

Cronaca

Docente aggredita in classe, Capitanio visita il Floriani

Docente aggredita in classe, Capitanio visita il Floriani

Concorezzo. Un provvedimento esemplare per chi ha compiuto un gesto gravissimo e la piena disponibilità delle massime istituzioni a sostenere un percorso di rilancio della scuola. Sono questi alcuni dei contenuti dell'incontro avuto questa mattina dall'onorevole leghista Massimiliano Capitanio con il dirigente scolastico Daniele Zangheri, preside dell'istituto Floriani di Vimercate, al centro della gravissima aggressione di una docente da part

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

Monza. Un dodicenne di una scuola media brianzola ha ottenuto e poi diffuso una foto di una coetanea che si era fotografata senza veli. Fossero stati maggiorenni, la Procura avrebbe indagato il colpevole per revenge porn. Il reato recentemente introdotto nel Codice penale prevede che chiunque, dopo averli realizzati o sottratti, invia, consegna, cede, pubblica o diffonde immagini o video a contenuto sessualmente esplicito, destinati a rimanere privati, senza il consenso delle persone rappresentate, è punito con la reclusione da uno a sei anni e con la multa da euro 5.000 a euro 15.000. Ora sarà invece il Tribunale dei minori di Milano a occuparsi del ragazzino di 12 anni che ha diffuso in rete, sui social network e via WhatsApp, per ripicca, la fotografia di una coetanea nuda, che la ragazzina gli avrebbe inviato su sua richiesta. A scoprire l'accaduto è stata la dirigente della scuola media frequentata dai due minori, che ha convocato la madre della dodicenne per spiegarle quanto accaduto. La vicenda è ora nelle mani della Questura di Monza e alla Procura per i Minorenni di Milano, che sta vagliando l'imputabilità del ragazzino.

Sempre quest'anno, ad agosto, il Parlamento ha approvato la proposta di legge del deputato brianzolo Massimiliano Capitanio che renderà obbligatoria dal prossimo settembre l'educazione civica nelle scuole, con un particolare riferimento all'educazione alla cittadinanza digitale, all'uso responsabile dei social media e alla conoscenza dei nuovi e spesso sconosciuti reati informatici (E' concorezzese la legge sull\'educazione civica).

FOTO DI REPERTORIO

*/ ?>

Dalla Brianza

Dodicenne posta foto di coetanea nuda: scandalo alle medie

Dodicenne posta foto di coetanea nuda: scandalo alle medie

Monza. Un dodicenne di una scuola media brianzola ha ottenuto e poi diffuso una foto di una coetanea che si era fotografata senza veli. Fossero stati maggiorenni, la Procura avrebbe indagato il colpevole per revenge porn. Il reato recentemente introdotto nel Codice penale prevede che chiunque, dopo averli realizzati o sottratti, invia, consegna, cede, pubblica o diffonde immagini o video a contenuto sessualmente esplicito, destinati a rimanere

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Saranno due i concorezzesi in corsa per un posto in Parlamento. Se il sindaco Riccardo Borgonovo è schierato da Forza Italia (leggi qui), la Lega ha candidato il giornalista Massimiliano Capitanio, fondatore del nostro giornale, alla Camera dei Deputati. 

Massimiliano Capitanio, 43 anni, sposato, padre di due figli. Laureato in Lettere moderne con 110 e lode alla Cattolica di Milano, corso di perfezionamento alla SDA Bocconi in management delle pubbliche amministrazioni, è giornalista professionista ed è attualmente vicedirettore della Struttura Stampa del Consiglio regionale della Lombardia. Cresciuto a Concorezzo, vive a Correzzana dove è capogruppo di maggioranza con delega all’innovazione e informazione. Ha lavorato anche a Rai Due per il talk show L’ultima parola. Donatore Avis, è stato per 11 anni volontario del 118 nell’Avps di Vimercate. Passioni: scrittura (ha collaborato con la scuola Holden di Alessandro Baricco), enogastronomia e running. Curiosità: ultima arrivata in casa è Sally, una femmina labrador di 5 mesi.

Nel 2003 ha fondato Concorezzo.org, primo giornale on-line di Concorezzo e della Brianza Est. E' stato responsabile di redazione del Giornale di Vimercate e del Giornale di Monza.

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

*/ ?>

Politica

Elezioni Politiche, Massimiliano Capitanio in corsa per la Camera

Elezioni Politiche, Massimiliano Capitanio in corsa per la Camera

Concorezzo. Saranno due i concorezzesi in corsa per un posto in Parlamento. Se il sindaco Riccardo Borgonovo è schierato da Forza Italia (leggi qui), la Lega ha candidato il giornalista Massimiliano Capitanio, fondatore del nostro giornale, alla Camera dei Deputati.  Massimiliano Capitanio, 43 anni, sposato, padre di due figli. Laureato in Lettere moderne con 110 e lode alla Cattolica di Milano, corso di perfezionamento alla SDA Bocc