santalfredo
santalfredo

in sport

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. L'ultima nuotata, poi una cena praticamente a bordo vasca e, per finire, una foto di gruppo. Di addio, o forse solo di arrivederci. Così lo staff di In Sport, a modo suo, ha salutato la piscina di via Pio X, prima della pausa di chiusura per consentire i lavori di riqualificazione. Uno stop dopo una collaborazione ventennale che lascia sicuramente un vuoto. E ora tutti sperano che l'impianto possa riaprire veraemnte nel 2016.

Tante le lettere di ringraziamento alla società. "Ero arrivato alla piscina di Concorezzo con mia figlia quasi per caso, dopo anni di frequentazione di una piscina privata, quasi “esclusiva” (almeno nel prezzo) - scrive, tra i tanti, Umberto S. - All’inizio ero rimasto scioccato: struttura “datata”, confusione, musica alta, urla negli spogliatoi, pavimenti perennemente bagnati, qualche attrito con il personale (rif. email di reclamo del 08/10/2013) … “ma dove cavolo sono finito? ” mi domandavo. Poi, molto rapidamente, tutto mi è sembrato diverso: le cose che mi avevano inizialmente inorridito hanno cambiato aspetto, hanno assunto un altro significato. Ho compreso che erano le inevitabili evidenze che in quella piscina scorreva la vita, l’entusiasmo per lo sport, il piacere dello stare “in sieme”, di faticare uniti, di raccontarsi tra amici, di crescere e, perché no, di litigare per un risultato mancato, di scherzare con lo staff. “In Sport”, appunto. Non uno slogan, ma una reale concezione di come praticare e vivere l’attività sportiva, in modo positivo, sano, coinvolgente, con massimo impegno e rispetto, ma senza mai prendersi troppo sul serio. In questi anni, la piscina di Concorezzo è diventata la nostra seconda casa, dove apprezzavo tutto, anche i difetti, i piccoli problemi, gli imprevisti, quasi come si giustificano i difetti dei propri figli, le loro carenze, i loro errori. Sì, perché raramente nella mia esperienza (lunga ormai !!!) ho trovato tanta professionalità, impegno, sforzo sincero di tutto lo staff nel darti sempre il meglio di sé. Sono valori che non sono in vendita, non li comperi con un abbonamento, devi avere la fortuna di trovarli. E noi, che abbiamo frequentato la piscina di Concorezzo, eravamo stati molto fortunati. Anche in questi mesi, quando tutto era già deciso, non sono mai mancati i sorrisi dei ragazzi e la loro completa disponibilità. Da lunedì prossimo mia figlia continuerà i suoi corsi nella piscina di Vimercate. Per noi è comodissima, abito a poche centinaia di metri, ma già sentiamo tutti la mancanza e la nostalgia della “nostra” piscina". Vi chiedo la cortesia di formulare a tutto il personale della piscina di Concorezzo il nostro più profondo e sincero ringraziamento per quello che hanno fatto per noi, e per i nostri figli, in questi anni. Mi auguro, inoltre, che la Vostra società abbia la possibilità di tutelare il patrimonio umano e professionale presente nel centro di Concorezzo, continuando la collaborazione con quei meravigliosi ragazzi. Noi “che c’eravamo” ve ne saremmo sinceramente grati, ma i primi ad essere sicuramente contenti ed a non pentirvi della scelta sarete voi". Foto di Ivan Verderio tratte da facebook

ORA COSA SUCCEDE? Leggi qui: Piscina, il nuovo bando e il saluto di In Sport

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

*/ ?>

Sport

Il saluto di In Sport alla piscina di Concorezzo

Il saluto di In Sport alla piscina di Concorezzo

Concorezzo. L'ultima nuotata, poi una cena praticamente a bordo vasca e, per finire, una foto di gruppo. Di addio, o forse solo di arrivederci. Così lo staff di In Sport, a modo suo, ha salutato la piscina di via Pio X, prima della pausa di chiusura per consentire i lavori di riqualificazione. Uno stop dopo una collaborazione ventennale che lascia sicuramente un vuoto. E ora tutti sperano che l'impianto possa riaprire veraemnte nel 2016. Tante

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Sarà ancora In Sport a gestire la piscina di via Pio X. La società vimercatese ha infatti vinto, grazie a una offerta molto interessante, il bando di gara indetto dall'Amministrazione comunale che, per la lungimiranza e il coraggio dell'assessorato ai Lavori pubblici e degli uffici comunali, ha portato a termine la non semplice impresa di caricarsi sulle spalle la riqualificazione del centro natatorio comunale, per poi avere mani libere nell'affidare la gestione. L'annuncio è stato dato ufficialmente dall'assessore ai Lavori pubblici, Innocente Pomari, venerdì sera in occasione del Consiglio comunale. A questo punto mancano solo alcune delle verifiche imposte dalla burocrazia italiana e poi In Sport potrà avviare la fase di promozione dei corsi e relative iscrizioni. Con accettabile ottimismo, a settembre l'impianto concorezzese potrà tornare a ospitare le centinaia di cittadini che erano rimasti orfani dello storico impianto. A creare disagio tra gli amanti del nuoto si erano aggiunte le difficoltà della struttura di Vimercate. La gara pubblica è stata un successo perché la partecipazione di tanti soggetti qualificati non ha fatto altro che confermare l'attrattività della struttura di via Pio X e la sua centralità nel Vimercatese e nella Brianza Est.

IL COMMENTO. In anni di qualunquismo, di ignoranza "social", di tritacarne da "like", il Comune ha avuto il merito di far prevalere l'interesse della comunità, la tutela del bene pubblico, l'oculata gestione delle risorse. Certo è mancato in questi anni di attesa (che giustamente ad alcuni sono sembrati una eternità) un po' di comuniczione mirata, per spiegare cosa stesse succedendo e quali fossero i rischi di fare tutto di fretta o cedere a pressing che potevano essere specualitivi. Di fronte alle comprensibili esigenze degli utenti che avrebbero voluto il "tutto e subito" e dei privati che potevano soffiare il fuoco sull'urgenza di riaprire i battenti in tempi tecnicamente impossibili, l'Amministrazione e il suo assessorato hanno avuto la pazienza di sorbirsi gli sfoghi sconclusionati di chi vive solo la realtà della tastiera e degli smartphone (e non parliamo degli utenti della piscina!) e di scegliere la via forse più lenta ma sicuramente migliore di sistemarsi "in casa" la piscina e di avere poi le mani libere per affidare la gestione. Tutto questo solo ed esclusivamente per tutelare il bene pubblico. E alla faccia di quanti puntano sempre il dito contro la politica (ormai ridotta a costo zero), con questa gara il Comune potrebbe rientrare nelle spese sostenute (qui i dettagli dei lavori) già nel giro di pochi anni. Sarebbe stato più semplice e veloce delegare e svendere la piscina: gli utenti sarebbero entrati qualche mese prima, il Comune ci avrebbe smenato centinaia di migliaia di euro, la bava dei social-nuotatori e dei social-critici sarebbe stata asciugata con un guanto di seta e la politica con la "p" maiuscola si sarebbe fatta da parte.

LA SCHEDA (CHI E' IN SPORT). IN SPORT S.r.l. Società Sportiva Dilettantistica è una società senza scopo di lucro, con Sede a Vimercate (MB), costituita nel Marzo 1990. Rappresenta una realtà sportiva voluta fortemente dai soci della C.I.G.I.S. sas, nata nel lontano 1981. IN SPORT ha come finalità la promozione dell'attività sportiva intesa come benessere psico-fisico della persona e come momento di socializzazione, divertimento, educazione e salute che vengono sintetizzati nella vision: “Allenati a star bene”. Particolare attenzione viene rivolta all’attività sociale a favore di specifiche fasce della popolazione quali le persone con disabilità e gli Over 65. IN SPORT ha un'esperienza ultra-trentennale nella gestione di impianti sportivi e delle attività ad essa connesse. Con la collaborazione di oltre 500 risorse umane altamente qualificate e di indiscussa professionalità, i Dirigenti, i Club Manager e i Responsabili/Coordinatori d'area operano ogni giorno per offrire un servizio di alta qualità, orientato alla soddisfazione di tutti gli sportivi (e non) che frequentano i diversi centri. Nella gestione degli impianti IN SPORT il ruolo principale è ricoperto dalle "attività d'acqua" ma i servizi sportivi offerti sono integrati in modo importante con: il fitness in sala, la scuola calcio, la scuola tennis, i Camp estivi/invernali multi-sport per ragazzi, l'attività libera nei campi di calcetto e tennis, l'organizzazione di feste tornei e campionati aziendali.

IN SPORT è riconosciuta dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI). È affiliata alla Federazione Italiana Nuoto (FIN) con il riconoscimento della Scuola Nuoto, alla Federazione Italiana Tennis (FIT) con il riconoscimento della Scuola Addestramento Federale (SAT), alla Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC) con il riconoscimento della Scuola Calcio, alla Federazione Italiana Di Atletica Leggera (FIDAL), alla Federazione Italiana Triathlon (FITRI), alla Federazione Italiana Pesistica (FIPE) e, per quanto riguarda il Settore degli Enti di Promozione Sportiva, al Centro Nazionale Sportivo Libertas (CNS Libertas). IN SPORT ha ottenuto la Certificazione di Qualità ISO 9001/2008 per l'attività di promozione di attività sportive con gestione di impianti sportivi.

Leggi anche

Domenica lo spettacolare pic-nic vintage nel parco

Monza è Musica: gli I-Days consacrano il fronte del Parco

Incidente a Biassono, paura per due ciclisti amatoriali

Bimba azzannata, il lupo sarà soppresso?

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

*/ ?>

Sport

In Sport ha vinto la gara e gestirà la piscina di Concorezzo

In Sport ha vinto la gara e gestirà la piscina di Concorezzo

Concorezzo. Sarà ancora In Sport a gestire la piscina di via Pio X. La società vimercatese ha infatti vinto, grazie a una offerta molto interessante, il bando di gara indetto dall'Amministrazione comunale che, per la lungimiranza e il coraggio dell'assessorato ai Lavori pubblici e degli uffici comunali, ha portato a termine la non semplice impresa di caricarsi sulle spalle la riqualificazione del centro natatorio comunale, per poi a

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

Concorezzo. Cinque giorni. Non aprirà il 18 settembre ma sabato prossimo la riqualificata piscina comunale di via Pio X, data in gestione a In Sport. I corsi avrebbero dovuto prendere il via lunedì ma, dopo un vertice tra Municipio e società, è stato necessario predere atto della necessità di prendersi ancora alcuni giorni per consentire a In Sport di presentare in Municipio tutti i documenti necessari. "Informiamo gli utenti che la piscina di Via Pio X a Concorezzo è pronta per essere aperta -spiega una nota ufficiale della società che sta informando telefonicamente tutti gli iscritti - Ad oggi pero' non sono pervenute talune autorizzazioni, pertanto contrariamente a quanto ipotizzato, l'avvio delle attività è rinviato a sabato 23 settembre. Le iscrizioni alle attività proseguiranno presso il Centro Sportivo di Vimercate in Via degli Atleti 1 fino a giovedì, da sabato 23 settembre verranno effettuate direttamente presso la segreteria della piscina in Via Pio X a Concorezzo". La settimana di corsi "persa" verrà recuperata.

*/ ?>

Sport

Mancano alcuni documenti, la piscina ritarda 5 giorni

Mancano alcuni documenti, la piscina ritarda 5 giorni

Concorezzo. Cinque giorni. Non aprirà il 18 settembre ma sabato prossimo la riqualificata piscina comunale di via Pio X, data in gestione a In Sport. I corsi avrebbero dovuto prendere il via lunedì ma, dopo un vertice tra Municipio e società, è stato necessario predere atto della necessità di prendersi ancora alcuni giorni per consentire a In Sport di presentare in Municipio tutti i documenti necessari. "Infor

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Che fine faranno la piscina e il centro sportivo? Se lo chiede un nostro lettore che, lunedì, ha inviato in Comune una richiesta di chiarimenti. "Buongiorno - ha scritto Fiorenzo Dosso in Municipio - Una premessa prima di entrare nel merito: non ho nessuna appartenenza politica e non mi interessa portare acqua a mulini di destra, sinistra, centro, stelle, luna, rossi, neri, gialli, bianchi o verdi. Chiaro ? spero di sì. Sono, anzi siamo, fruitori da una dozzina di anni del centro di Via Pio X … Sia come calcetto (tutti i giovedì sera che il buon Dio manda sulla terra alle ore 21 noi siamo lì)  che come piscina … Dove ho subito iscritto il mio nipotino di pochi mesi … Ci hanno informati che dal prossimo 28 giugno il centro chiude: il vecchio gestore (con il quale ci siamo sempre trovati benissimo) ha il mandato in scadenza e non ci sono bandi per la nuova assegnazione … Vi offendete se definisco la situazioneincredibile? Non entro nel merito (non mi compete) dei rapporti della vostra Amministrazione comunale con il vecchio gestore ma – in una logica di normalità – mi sarei aspettato una comunicazione del tipo: Il 28 Giugno cessa il mandato di A, dal prossimo 1 (7, 10) Luglio il nuovo gestore sarà B …  Non la chiusura! Chiudere un centro così e fregarsene bellamente della sua funzione sociale è solo e semplicemente vergogno".

La chiusura della piscina era però inevitabile per dare seguito ai lavori di riqualificazione previsti dal nuovo bando: con o senza il cambio del gestore, un momento di stop sarebbe stato in ogni caso necessario. Certamente gli attriti tra gestore e Amministrazione comunale hanno reso la comunicazione su questa specifica vicenda a dir poco opaca. Basti notare che sulla prima pagina del portale ufficiale del Comune non esiste alcuna informazione di servizio su piscina e centro sportivo.

LEGGI ANCHE

Nuova piscina, pronto il bando da 1,5 milioni di euro: tante novità

*/ ?>

Lettere

Piscina e centro sportivo, lo sfogo di un utente

Piscina e centro sportivo, lo sfogo di un utente

Concorezzo. Che fine faranno la piscina e il centro sportivo? Se lo chiede un nostro lettore che, lunedì, ha inviato in Comune una richiesta di chiarimenti. "Buongiorno - ha scritto Fiorenzo Dosso in Municipio - Una premessa prima di entrare nel merito: non ho nessuna appartenenza politica e non mi interessa portare acqua a mulini di destra, sinistra, centro, stelle, luna, rossi, neri, gialli, bianchi o verdi. Chiaro ? spero di sì. Sono, anzi

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

Concorezzo. La stagione per gli amanti del nuoto èsalva. L'ultima seduta del Consiglio comunale, come era prevedibile, ha certificato l'accordo tra Comune e In Sport per completare i corsi e prolungare gli impegni reciproci senza causare disagi agli utenti. Tutto questo prima di dare il via ai necessari e attesi lavori di riqualificazione.
L'accordo non ha certo spento la polemica politica. Vivi Concorezzo, minoranza guidata da Paolo Gaviraghi e dall'ex sindaco Alberto Bernareggi, punta il dito. "L’apertura di una piscina fino a fine stagione è una cosa normale in ogni comune- scrive il gruppo in una nota ufficiale - ma non nel nostro, dove l’amministrazione non è stata capace di dare alla piscina una regolare gestione. E si è barcamenata negli scorsi mesi con promesse, cambi di direzione, dichiarazioni smentite, maldestri rinnovi del contratto. Chi ha subito le conseguenze di questa gestione decisamente inadeguata  sono stati i dipendenti ed i tantissimi utenti, che per diversi mesi sono stati tenuti in bilico senza sapere cosa sarebbe stato della piscina.  Ma anche i cittadini concorezzesi, dato che il comune si è dovuto accollare ingenti interventi  di manutenzione/adeguamento che, è giusto che si sappia, si sarebbero tranquillamente potuti evitare se l’amministrazione avesse portato avanti il progetto di gestione in project financing inizialmente sbandierato".

L'analisi di Vivi va avanti con il racconto di come è andata e di come si sarebbe dovuta gestire la partita contrattuale dal loro punto di vista.

A stretto giro di posta la replica del sindaco Riccardo Borgonovo, che in agenda ha messo la riqualificazione di piscina, stadio comunale e la nuova realizzazione di una pista di pattinaggio. 

La prosecuzione dell’attuale gestione della piscina comunale di via Lazzaretto, affidata alla ditta In Sport di Vimercate, per altri quattro mesi, sino a fine giugno 2015 - spiega la nota del Comune - è un tempo tecnico che permetterà all’Amministrazione Comunale di completare la produzione di certificati ed autorizzazioni previsti dalla legge e di ultimare i lavori avviati nel 2014 ai fini della prevenzione incendi e della sicurezza complessiva dell’impianto. In continuità con quanto avvenuto nei mesi scorsi, anche nei prossimi mesi l’impianto continuerà a funzionare normalmente, sulla scorta sia della riconosciuta funzione di utilità pubblica del servizio sia dell’esito positivo delle verifiche diagnostiche sulla staticità e sicurezza dell’impianto.

In aula abbiamo reso spiegazioni dettagliate e descrizioni puntigliose dello stato dell’arte dei lavori e del prosieguo degli stessi, abbiamo spiegato e rassicurato circa la sicurezza dell’impianto per il pubblico e abbiamo risposto con dovizia di particolari ad ogni richiesta delle minoranze, anche in relazione al futuro di questo impianto che richiede certamente di essere sistemato in maniera più radicale– dichiara il sindaco Riccardo Borgonovo – Nonostante tutto questo, all’indomani del Consiglio Comunale ho avuto modo di leggere commenti strumentali e fuorvianti, evidentemente tesi più a nutrire la volontà dell’opposizione di inscenare un gioco delle parti ad ogni costo che non a riferire con senso di verità la realtà oggettiva delle cose”.Guardando al futuro, il Sindaco aggiunge :“Con questa deliberazione abbiamo garantito la prosecuzione del servizio per i concorezzesi mentre si stanno ultimando i lavori di messa a norma  per la sicurezza. Ma, ripeto, quest’Amministrazione non intende fermarsi qui. Stiamo lavorando perché nei prossimi mesi possiamo portare a bando la concessione dei lavori per la ristrutturazione dell’impianto natatorio comunale e della sua gestione”.

*/ ?>

Politica

Piscina, botta e risposta tra Vivi e il sindaco

Piscina, botta e risposta tra Vivi e il sindaco

Concorezzo. La stagione per gli amanti del nuoto èsalva. L'ultima seduta del Consiglio comunale, come era prevedibile, ha certificato l'accordo tra Comune e In Sport per completare i corsi e prolungare gli impegni reciproci senza causare disagi agli utenti. Tutto questo prima di dare il via ai necessari e attesi lavori di riqualificazione. L'accordo non ha certo spento la polemica politica. Vivi Concorezzo, minoranza guidata da Paolo Gaviragh

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Tempi e numeri. Con un lungo e articolato comunicato stampa, l'assessore ai Lavori Pubblici, Innocente Pomari, mette nero su bianco le cifre dell'imponente riqualificazione della piscina comunale di via Pio X. Su due punti insiste particolarmente: se lo Stato non avesse impedito al Municipio di spendere soldi che in cassa c'erano da sempre, l'operazione sarebbe stata fatta già due anni fa. Questa gara è economicamente favorevole al Comune e quindi alle tasche dei cittadini.

Il comunicato rappresenta anche una replica all’articolo pubblicato sul sito di Vivi Concorezzo “Diteci che è uno scherzo”, dove ci si stupiva nei fatti della vittoria in In Sport e si metteva in dubbio il vantaggio economico della gara.

GLI ANTEFATTI. "Premetto che, la peggior situazione che si può creare per un’Amministrazione, è quella di non poter spendere i propri soldi, che comunque deve incassare, a causa dei vincoli dettati dal Patto di Stabilità: addirittura, il Comune di Concorezzo, alla fine del 2015, aveva superato la cifra di 10.000.000 di euro di avanzo -esordisce Pomari nel suo comunicato - Torniamo alla proposta di Project Financing, presentata da IN SPORT S.R.L. SSD per la messa a norma della piscina di Concorezzo. Tutto era stato accettato da entrambe le parti, ad esclusione della tempistica di inizio della gestione, che come ormai noto prevedeva una durata di anni 20, con inizio, secondo il proponente, a partire dalla fine dell’esecuzione delle opere dopo circa tre anni, dando origine ad una effettiva durata della Concessione di anni ventitre. L’Amministrazione prospettava invece, l’inizio della gestione alla firma del contratto, per concedere una gestione di 20 anni effettivi. Fu il punto decisivo che non permise di dichiarare la pubblica utilità.(ad onor del vero, gli uffici sollevarono il problema di come l’attività potesse procedere durante il periodo dei lavori con l’impianto non a norma!!). Percorremmo anche la strada del Project di iniziativa pubblica, preparando un progetto da porre a base di gara: il tutto avveniva a metà del 2015. Ebbene, la gara andò deserta, nessuno partecipò nonostante una concessione di 20 anni di gestione

LE CIFRE. "Quando alla fine del 2015 il nostro Assessore al Bilancio e gli Uffici iniziarono a percepire che da parte del Governo, sarebbe stata data la possibilità di utilizzare l’avanzo di amministrazione vincolato, senza che lo stesso venisse conteggiato per il rispetto del Patto di Stabilità, la decisione fu semplicissima: realizzare in proprio gli interventi riguardanti la messa a norma della piscina, della scuola media, delle strade, delle centrali termiche ecc.. A questo punto facciamo parlare i numeri…. I lavori di riqualificazione del Centro Natatorio di via Pio X vennero aggiudicati alla ditta MEC Italia Engineering sas, con determinazione n°. 28/Respsetter del 10/02/2016, di cui al Reg. Generale n°. 102 del 15/02/2016, per un importo, al netto del ribasso d’asta del 30,91%, di €. 685.395,88 euro oltre Iva nella misura di legge. Oltre al ribasso presentato, la società aggiudicatrice, offrì anche l’esecuzione di opere migliorative per un importo di (circa €. 90.000,00=) e forniture (€. 60.000,00=), stimato complessivamente in €. 150.000,00In fase di esecuzione delle lavorazioni, è stato necessario predisporre una perizia, per opere di variante e suppletive, al fine di regolarizzare gli interventi resisi necessari per rinvenimenti imprevisti ed imprevedibili e/o di miglioria; l’approvazione della stessa è avvenuta con determinazione n°. 730 del 22/12/2016, ed è stata impegnata, al netto del ribasso d’asta, la somma complessiva di €. 173.551,47= oltre Iva nella misura di legge. La somma complessiva spesa dall’Amministrazione, per l’esecuzione di tutte le opere di riqualificazione del Centro Natatorio di via PIO X, è stata di €. 858.947,35 euro, oltre Iva nella misura di legge".

QUANTO INCASSA IL COMUNE. "Volendo comparare economicamente la proposta di Project Financing presentata, con gli importi realmente spesi e i ricavi ottenuti, calcolati su una concessione di soli cinque anni , se ne desumono i seguenti dati:

 Canone pari a €. 101.000,00= per 5 anni, per complessive €. 505.000,00=

 Fornitura/acquisto nuovi arredi, forniti in Concessione €. 109.822,00=

 Lavori di manutenzione/miglioria, forniti in Concessione €. 98.650,00=

 Migliorie presentate in sede di gara per l’esecuzione delle opere €. 150.000,00=

 Risparmio netto su lavori eseguiti, per complessive €. 59.715,90=

 Risparmio netto su spese per servizi tecnici, per complessive €. 150.995,78=

 Mancata corresponsione del contributo per la gestione previsto in sede di presentazione del project financing (pari a euro 12.000,00/annue) €. 60.000,00

TOTALE: €. 1.134.182,78=

TOTALE SPESO PER ESECUZIONE OPERE €. 858.947,35=

VANTAGGIO ECONOMICO DOPO 5 ANNI DI GESTIONE €. 275.235,43

IL COMMENTO. "Se ne può facilmente desumere -conclude l'assessore Pomari - che in meno di 4 anni l'Amministrazione rientrerà completamente delle spese sostenute. Pensiamo nell'arco dei 20 anni quale potrebbe essere il reale vantaggio economicoLa scelta fatta da questa Amministrazione ha prodotto i seguenti effetti: 1) Tutti i lavori previsti nella proposta di Project sono stati realizzati. 2) Abbiamo bandito una gara che ha messo in competizione gestori di centri notatori e non imprese edoli. 3) Rientreremo dell’intero investimento in meno di 4 anni. 4) Con l’entrata corrente derivante dal canone di 101.000 euro avremo la possibilità di indirizzare questi fondi per gli impianti sportivi di Concorezzo. 5) Il gestore avrà l’obbligo di mantenere il centro natatorio di via Pio X in perfetto ordine con le manutenzioni programmate: a questo riguardo ci saranno visite di verifica da parte di una commissione formata dal Sindaco con l’Ufficio Tecnico e dal gestore con i suoi tecnici. Sono certo di poter dire che il Comune ha operato per far prevalere l'interesse della comunità, la tutela del bene pubblico, l'oculata gestione delle risorseTutto quello che ho scritto in questo comunicato, l’ho abbondantemente illustrato nelle varie commissioni LL.PP.: possibile che Vivi Concorezzo non lo conoscesse? Se fatte pubblicamente, sono certo che le loro scuse per la deformata informazione, verranno accettate da tutta l’Amministrazione".

Leggi anche

E' un clandestino nigeriano il giovane arrestato oggi al centro profughi

Sequestro e violenza sessuale di gruppo, c'è anche un concorezzese

Pizza, grissini e anche dolci: l'arte infinita del barbecue

SCARICA IL COUPON OMAGGIO: Con Rodenstock puoi vedere alla perfezione: una lente è in omaggio

 

*/ ?>

Cronaca

Piscina, ecco le cifre dell'operazione

Piscina, ecco le cifre dell'operazione

Concorezzo. Tempi e numeri. Con un lungo e articolato comunicato stampa, l'assessore ai Lavori Pubblici, Innocente Pomari, mette nero su bianco le cifre dell'imponente riqualificazione della piscina comunale di via Pio X. Su due punti insiste particolarmente: se lo Stato non avesse impedito al Municipio di spendere soldi che in cassa c'erano da sempre, l'operazione sarebbe stata fatta già due anni fa. Questa gara è economicamente fa

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzoDomenica28 giugno, dopo 33 anni consecutivi di gestione In Sport, chiude i battenti la piscina comunale di via Pio X. Come noto la struttura comunale chiuderà i battenti per non più rimandabili lavori di messa a norma e riqualificazione. La novità assoluta delle ultime ore consiste nella pubblicazione sul sito internet del Comune e sull'albo pretorio, dove rimarrà per 52 giorni. Gli operatori interessati dovranno presentare l’offerta, entro le ore 12 del 03/08/2015.

Le lavorazioni per l’adeguamento del centro natatorio Pio X previste nel progetto definitivo sono sinteticamente le seguenti:

1) Piano terra: a) nella zona degli spogliatoi: rifacimento completo degli stessi mediante demolizione e ricostruzioni di pareti, ripristino porzioni di solaio con c.a. ammalorato, rifacimento degli impianti in generale; b) nella parte delle vasche natatorie, adeguamento della pavimentazione, realizzazione nuove docce e nuovi locali, rifacimento canaline a perimetro della vasca e sistema di raccolta dello sporco, ripristino porzioni di solaio con c.a. ammalorato;

2) Piano interrato: costruzione nuova vasca di compenso aggiuntiva a quella esistente, ripristino dei c.a. ammalorati, demolizione parti di solaio strutturalmente non più idonee, rifacimento impianto idrico e fognario dei locali soprastanti,

3) Piano ammezzato: a) spogliatoi: rifacimento pavimentazione, massetti e sanitari delle sole parti dei bagni degli spogliatoi, posa in opera di controsoffittatura antisfondellamento certificata, b) palestrina: rifacimento della pavimentazione in gomma e completamento della compartimentazione rei del plafone. 

l'importo complessivo dell’investimento è di 1.431.475,76 euro al netto dell’IVA.

La durata della concessione è di 20 anni a base di gara decorrenti dalla data di sottoscrizione del contratto. La realizzazione dell’opera dovrà avvenire entro un periodo non superiore a 400 giorni naturali e consecutivi, decorrenti dalla data di stipula del contratto e aventi termine con la data di emissione del certificato di collaudo provvisorio.

 

IN SPORT - con un comunicato stampa "ringrazia tutti i dipendenti e collaboratori che con impegno e professionalità hanno portato avanti il servizio sempre con il sorriso sulle labbra e gli oltre 65.000 iscritti che, in questi tre decenni, hanno voluto rinnovare quotidianamente la fiducia nell’attività didattica e agonistica". 

Per far fronte alla richiesta di attività fisica e benessere della popolazione del territorio, IN SPORT ha studiato una programmazione della prossima Stagione Sportiva degli impianti di Arcore e Vimercate che fosse in continuità con le attività proposte durante la Stagione 2014-15 di Concorezzo. Già da alcune settimane le reception (Arcore, Via San Martino, Tel. 039-617831, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e Vimercate, Via degli Atleti, Tel. 039-6081280, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) sono a disposizione degli utenti.

 

GARANZIE PER I CONCOREZZESI

 

Il Concessionario dovrà garantire al Concedente le seguenti gratuità, così come previste nel capitolato di gestione:

a) corsi di nuoto interamente gratuiti per la scuola secondaria di primo grado di Concorezzo, riservando spazi e orari nelle mattine dal lunedì al venerdì per 300 ore scolastiche all’anno, con la presenza di un istruttore qualificato al fine di garantire una qualità didattica nell’organizzazione delle attività. Le classi dovranno essere accompagnate dall’insegnante;

b) per la scuola dell’infanzia e scuola primaria dovranno essere garantiti attività settimanili, durante il periodo scolastico, per tutti gli alunni disabili di cui la scuola di Concorezzo ne farà richiesta;

c) l’utilizzo gratuito del campo polivalente coperto per un totale di 450 ore annue da effettuarsi dal lunedì al venerdì, di cui la metà nella fascia oraria dalle ore 17 alle ore 20. Il periodo e i giorni verranno concordati di anno in anno nel mese di settembre tra la concessionaria e il C.A.S.C.

d) l’utilizzo gratuito della palestrina per n. di 15 settimanali: dal lunedì al venerdì, nella fascia oraria 13,30 - 19.00; n. 3 ore di domenica mattina alle associazioni aderenti il C.A.S.C.

 

*/ ?>

Cronaca

Piscina, il nuovo bando e il saluto di In Sport

Piscina, il nuovo bando e il saluto di In Sport

Concorezzo. Domenica28 giugno, dopo 33 anni consecutivi di gestione In Sport, chiude i battenti la piscina comunale di via Pio X. Come noto la struttura comunale chiuderà i battenti per non più rimandabili lavori di messa a norma e riqualificazione. La novità assoluta delle ultime ore consiste nella pubblicazione sul sito internet del Comune e sull'albo pretorio, dove rimarrà per 52 giorni. Gli operatori interessati dovranno presentare l’

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Un confronto pubblico su numeri, date, investimenti della nuova piscina comunale di via Pio X. Dopo essersi confrontati e scontrati dalle pagine dei giornali e sulle piattaforme web, l'assessore, Innocente Pomari, sfida al pubblico duello la minoranza centrista di "Vivi Concorezzo", dove il titolare dei Lavori pubblici conta diversi vecchi compagni di viaggio politico come l'ex sindaco Alberto Bernareggi o Andrea Brambilla. " Buongiorno, in riferimento alla vostra replica sul riguardante il mio comunicato stampa “PISCINA – DITECI CHE E’ UNO SCHERZO” vi invito a un confronto pubblico presso la sala di rappresentanza di Concorezzo onde evitare ulteriori informazioni all’opinione pubblica che non rispecchiano i fatti. Sono disponibile per mercoledì 26-07-017 o data da voi suggerita".

Il nodo riguarda in primis l'investimento.

QUANDO SI APRE? Numeri e soldi a parte, la cittadinanza e gli utenti esterni al momento sono interessati ad altro. Quando riaprirà la piscina. La gara d'appalto, vinta da In Sport, non è ancora formalmente chiusa per via delle verifiche imposte dalla legge. Salvo intoppi si tornerà a nuotare tra la metà di settembre e i primi giorni di ottobre. Questo dipende solamente dall'iter di legge e dalle future scelte del gestore. Le iscrizioni potrebbero però già essere raccolte "informalmente" nei prossimi giorni.

Leggi anche

Piscina, ecco le cifre dell'operazione

Piscina: per “Vivi” è uno scherzo, Pomari replica

In Sport ha vinto la gara e gestirà la piscina di Concorezzo

*/ ?>

Politica

Piscina, Pomari sfida a duello Vivi Concorezzo

Piscina, Pomari sfida a duello Vivi Concorezzo

Concorezzo. Un confronto pubblico su numeri, date, investimenti della nuova piscina comunale di via Pio X. Dopo essersi confrontati e scontrati dalle pagine dei giornali e sulle piattaforme web, l'assessore, Innocente Pomari, sfida al pubblico duello la minoranza centrista di "Vivi Concorezzo", dove il titolare dei Lavori pubblici conta diversi vecchi compagni di viaggio politico come l'ex sindaco Alberto Bernareggi o Andrea Brambilla. " Buongior