abbadia lariana

Concorezzo. Una targa per ricordare Manuel Pistoia. Un monito per ricordare l'infinita striscia di sangue che bagna quotidianamente le nostre strade, ma anche un modo per rendere eterna la memoria di un ragazzo speciale volato in cielo troppo presto.

Nei giorni scorsi scorsi è stata posta una targa nel Comune lecchese di Abbadia Lariana dove, un anno fa, perse la vita a soli 26 anni, dopo essersi schiantato con il proprio scooter contro un'auto che stava svoltando.

"Siete nel mio cuore, come io sono nel vostro", firmato Manuel. Ad accompagnare il messaggio una chiave di violino.

Ciao Manuel, lo straziante saluto della mamma

"..già così avresti pensato Manuel vedendo la giornata di ieri! - ha scritto la mamma, Barbara Brambilla, con un commovente messaggio sui social - Non sapevo come sarebbe stata la giornata...avevo paura! Ho fatto una settimana a ripercorrere i momenti di un anno fa... in silenzio e con il costante pensiero che se sapevo sarebbero stati gli ultimi giorni...Per l'ennesima volta mi hai insegnato di non dare per scontato che ci sia sempre un domani...Quante cose sono successe ieri... tante emozioni...partiamo dalla mattina... ho apposto una firma su una carta per concludere la dannata pratica del tuo sinistro... non perché condividessi la definizione...ma solo per non sentirne più parlare.. mi faceva solo rabbia ma non cambiava la realtà... non ti faceva rinascere.. pertanto non ne valeva la pena.. Nello stesso tempo aiutava la controparte a diminuire la condanna...che fondamentalmente è l'unica cosa buona!!!

A mezzogiorno. Io. Mino.. e la Sofy siamo andati da Mc a mangiare come avresti fatto tu. .insieme .. seduti in quei silenzi e in quegli sguardi che raccontavano il nostro dolore... e poi il momento più duro.. abbiamo ripercorso la stessa strada... nello stesso momento fino a lì...a quel punto...

Ti assicuro che appena scesa dalla macchina vedendo la gente di Abbadia e vedendo ciò che quel punto è diventato sono rimasta spiazzata...

Fiori.. colori .. è una cartello con la chiave di violino. " ..dove uno motociclista ha finito la sua corsa ."già... ma vedendo tutti là il pensiero è stato ..ne ha iniziata un'altra molto più importante... sta unendo noi ad Abbadia... ho abbracciato tutti...dal vicesindaco a tutti quelli che ti hanno soccorso.. con loro ho pianto... ho visto nei loro occhi quanto sei entrato nei loro cuori.. sei incredibile Manuel cosa sei in grado di fare in questa tua nuova vita... ci ha uniti tutti... e sono convinta di quanto scritto nella targa... è proprio così sei entrato nei cuori di tutta la gente nonostante la tragicità della situazione!!! Incredibile!!! Stiamo organizzando una pizzata con tutti Abbadia e Concorezzo...folle al solo pensiero... e poi... arriviamo alla sera... a messa... che dire... tutti i manueliti... tutti gli amici... tutti i parenti e conoscenti. Incredibile.. dopo un anno tutti uniti ancora... ho pianto... ho pianto tanto... non pensavo... non potevo crederci... tutti come al giorno dell'ultimo saluto... senza tutti non sarei riuscita a sopravvivere a questa mancanza... folle Manuel cosa sei stato e cosa continui ad essere... un grande uomo che con i tuoi casini sei stato in grado di aprire i cuori di tutti... un lavoro molto difficile, silenzioso, non te ne accorgi ma lo scopri con il tempo...infine.. una cena con Miky e Dany.. i genitori adottivi.... 2 persone speciali Miky è uguale a,te. . Un vulcano, un casino... nei suoi pasticci ti entra nel cuore.... e la Dany... una mamma silenziosa.. sempre pronta ad ascoltare ma mai a giudicare...sempre presente....Esausta da questa giornata arriva un messaggio da don Luca da Civate...oggi ho ricordato Manuel nella messa a Civate... qui ho alzato le mani e posso confermare che sei entrato nei cuori di tutti!!! Manuel sei speciale...La tua mamy...

manuel-pistoia-concorezzo-monza-1200x675.jpeg

manuel_2.jpg

manuel1.jpg

 

 

*/ ?>

Cronaca

manuel-pistoia-concorezzo-monza-1200x675.jpeg

Abbadia ricorda Manuel con una targa

Concorezzo. Una targa per ricordare Manuel Pistoia. Un monito per ricordare l'infinita striscia di sangue che bagna quotidianamente le nostre strade, ma anche un modo per rendere eterna la memoria di un ragazzo speciale volato in cielo troppo presto. Nei giorni scorsi scorsi è stata posta una targa nel Comune lecchese di Abbadia Lariana dove, un anno fa, perse la vita a soli 26 anni, dopo essersi schiantato con il proprio scooter contro un'auto

acquawscivoli.jpgConcorezzo. Due feriti in poche ore, di cui uno con una quarantina di giorni di prognosi. E' stato un giovedì nero quello che ha preceduto il 1 maggio per due delle migliaia di utenti che, ogni settimana, frequentano Acquaworld, il primo e unico parco acquatico coperto d'Italia.

I soccorritori professionisti dell'Avps di Vimercate sono dovuti intervenire, infatti, per ben due volte. La dinamica, più o meno, la stessa: due giovani hanno terminato malamente la discesa da alcuni degli scivoli dove si possono raggiungere velocità da brividi. Un 25enne di Abbadia Lariana ha riportato la lussazione di una spalla e ne avrà per circa 40 giorni: dopo i primi soccorsi da parte del personale del parco acquatico di via La Pira, a bordo vasca sono arrivate le tute arancioni del 118 che lo hanno assistito con appositi presìdi e poi lo hanno trasportato in ambulanza all'ospedale di Vimercate. Stessa destinazione, a distanza di un paio d'ore, per una ragazzina di 17 anni, residente a Casatenovo, che al termine della discesa ha battuto la testa riportando un trauma cranico.

Foto d'archivio tratta dal sito ufficiale.

*/ ?>

Cronaca

acquawscivoli.jpg

Dai brividi sull'acqua all'ospedale: giovedì nero all'Acquaworld

Concorezzo. Due feriti in poche ore, di cui uno con una quarantina di giorni di prognosi. E' stato un giovedì nero quello che ha preceduto il 1 maggio per due delle migliaia di utenti che, ogni settimana, frequentano Acquaworld, il primo e unico parco acquatico coperto d'Italia. I soccorritori professionisti dell'Avps di Vimercate sono dovuti intervenire, infatti, per ben due volte. La dinamica, più o meno, la stessa: due giovani hanno termina

abbadia_l.jpgConcorezzo. Un giovane di 26 anni, Manuel Pistoia, residente in città, ha perso la vita oggi, lunedì, ad Abbadia Lariana, nei pressi del lago di Lecco. Il giovane, classe 1996, era alla guida di uno scooter.

La tragedia si è verificata nel primo pomeriggio lungo la Strada Provinciale 72, già teatro di diversi drammi. Il giovane concorezzese, secondo le prime testimonianze, era in sella al suo scooterone e sarebbe stato urtato e scaraventato a terra da un automobilista impegnato in una manovra di svolta. L'esatta dinamica del sinistro dovrà essere ricostruita, ovviamente, dalle Forze dell'ordine, 

Dopo l'impatto il giovane avrebbe perso il casco e sarebbe risultato fatale l'impatto al suolo, forse contro un marciapiede. Sul posto sono intervenuti i sanitari dell'automedica di Areu con i Volontari degli alpini di Mandello. I soccorritori hanno provato a rianimarlo, ma ogni tentativo è risultato vano. Gli agenti della Polizia stradale hanno dovuto chiudere la Sp 72 per oltre un'ora al transito in entrambi i sensi per consentire ai soccorritori di operare in sicurezza e per effettuare i rilievi del sinistro.

Coinvolti nell'incidente anche un 74enne, un 23enne e una 52enne: per loro nessuna grave conseguenza.

Tanti i messaggi di cordoglio degli amici pubblicati già in queste ore sui social media. "Fai divertire anche gli angeli e non dimenticare che rimarrai per sempre nei nostri cuori", scrive una amica su Facebook.

*/ ?>

Cronaca

abbadia_l.jpg

Incidente al lago, muore 26enne di Concorezzo

Concorezzo. Un giovane di 26 anni, Manuel Pistoia, residente in città, ha perso la vita oggi, lunedì, ad Abbadia Lariana, nei pressi del lago di Lecco. Il giovane, classe 1996, era alla guida di uno scooter. La tragedia si è verificata nel primo pomeriggio lungo la Strada Provinciale 72, già teatro di diversi drammi. Il giovane concorezzese, secondo le prime testimonianze, era in sella al suo scooterone e sarebbe stato urtato e scaraventato