santalfredo
santalfredo

Vero Volley schiacciata da Cisterna

muro a 2.jpg

VERO VOLLEY MONZA-TOP VOLLEY CISTERNA 0-3
 
Una scandalosa Vero Volley Monza è stata umiliata all’Arena da una solida e potente Top Volley Cisterna, che ha dimostrato come sia riuscita nel girone di ritorno della regular season della Superlega a risalire diverse posizioni in classifica fino ad arrivare addirittura a qualificarsi per i play-off scudetto. Nella quarta giornata del girone (di sola andata) dei play-off per il 5° posto, che vale la qualificazione alla Challenge Cup, i giocatori rossoblù sono scesi in campo con una voglia matta di finire presto per andare in pizzeria o in discoteca. Nessun rispetto per la manifestazione, nessun rispetto per quei pochi tifosi che hanno acquistato il biglietto, nessun rispetto per la dirigenza che paga loro regolarmente gli emolumenti a fine mese. Dopo aver visto lo pseudo-spettacolo di oggi qualcuno penserà che non c’è interesse da parte del consorzio che la prima squadra maschile si qualifichi per la terza coppa continentale per importanza. Attendiamo i prossimi impegni per verificare se le malelingue abbiano intuito giusto.
 
La partita non ha avuto storia perché c’è stata solo una squadra in campo. L’altra sbagliava le battute, sbagliava le ricezioni, sbagliava le schiacciate, non difendeva, non murava, insomma, sembrava in vacanza, anzi no, perché in spiaggia nelle partitelle tra amici si vede più agonismo. La Top Volley Cisterna ha giocato bene ma non è la Sir Safety Conad Perugia, altrimenti non si spiegherebbero le due vittorie ottenute dai brianzoli contro i pontini in regular season, per 3-2 a Cisterna di Latina e per 3-1 in casa.
 
Il tecnico ospite Fabio Soli, esonerato dal consorzio monzese nel corso della scorsa stagione proprio per far posto a Massimo Eccheli, si è dunque preso una piccola rivincita.
 
La cronaca: pronti, via e una battuta sbagliata di Grozer e due ace di Maar già mostrano una Vero Volley in difficoltà mentale. Tra ricezioni brutte (solo 25% di positive e solo 5% di perfette), errori in battuta (5) e in attacco (solo il 17% a punto) e un avversario mostratosi più forte rispetto alla regular season grazie al miglior inserimento nel gruppo di tutti gli elementi arrivati a stagione in corso, il primo set scivola via in maniera imbarazzante per la squadra di casa. Da 5-11 si passa a 8-15, quindi a 10-18 e a 13-22. Dirlic firma 7 punti quasi a occhi chiusi (saranno 16 alla fine), ma quello del 16-25 è di Raffaelli.
 
Nel secondo set si spera in una sveglia, ma niente. Le ricezioni perfette salgono, si fa per dire, al 9%: roba da non credere da parte della squadra che solo un mese fa ha vinto la CEV Cup. Sul 2-2 i laziali si staccano leggermente, ma è sul 14-16 che i padroni di casa tracollano concedendo 4 punti consecutivi agli avversari (Maar, Dirlic, Dirlic e muro di Bossi, che chiude il parziale con 6 punti all’attivo). I rossoblù sbracano e la Top Volley Cisterna chiude ancora 16-25 con Zingel.
 
Sullo 0-2 si vedrà una reazione d’orgoglio? Nossignori. Si parte 0-4, che diventa 1-6, poi 3-13, quindi 6-17, 10-22 e infine 13-25 con un ace di Zingel. Sconcertante.
MVP del match viene votato Maar grazie a 12 punti (56% in attacco), di cui 6 ace e 1 muro.
 
L’ultimo impegno (se si impegnano però) della Vero Volley Monza nel girone sarà ancora in casa martedì prossimo alle ore 14.30 contro la Gioiella Prisma Taranto: il match, inizialmente previsto alle 20.30, in seguito alla qualificazione della prima squadra femminile alle finali scudetto è stato anticipato dapprima di 3 ore e mezza e poi di altre 2 ore e mezza dato che la precedenza di utilizzo dell’impianto va alla partita delle ragazze che sarà trasmessa in diretta tv su Rai Sport.
 
 
FOTO GABRIELE STURARO

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI