Vero Volley Monza da urlo travolge l'imbattuta Sir Safety Conad Perugia

feste.jpg

VERO VOLLEY MONZA-SIR SAFETY CONAD PERUGIA 3-0
 
Abbattuta la capolista virtuale! Grande impresa della Vero Volley Monza, che liquida con un secco 3-0 l’ancora imbattuta Sir Safety Conad Perugia in diretta tv su Rai Sport (ma in un’Arena purtroppo ancora priva di pubblico a causa dell’emergenza epidemiologica). Si è trattata della seconda vittoria brianzola in 16 incontri di massima serie giocati contro la squadra umbra, che da diversi anni è ai vertici mondiali della disciplina. È giusto però evidenziare che gli ospiti erano privi del palleggiatore titolare Travica, ex Acqua Paradiso Monza ed ex Nazionale italiano, infortunato, e hanno giocato quasi 2 set senza il fortissimo opposto serbo Atanasijevic, acciaccato.
 
La Vero Volley ha comunque sfoderato una prestazione da urlo, trascinata dagli “ex” Galassi (addirittura miglior marcatore dell’incontro con ben 15 punti) e Lanza (gli altri “ex” erano Beretta e, dall’altra parte della rete, Plotnytskyi) e ben diretta dal palleggiatore Orduna, MVP del match. Si è anche vista la mano del nuovo allenatore Massimo Eccheli, che ha evidentemente dato mandato al palleggiatore argentino non solo di variare il gioco, in precedenza imperniato sulle schiacciate di Lagumdzija, ma di insistere al centro, dove prima Galassi e poi Holt hanno bucato spesso e volentieri il fragile muro perugino. La compagine guidata in panchina dal belga Vital Heynen ha senz’altro risentito anche dello stop forzato dovuto ai contagiati di Covid-19 nel gruppo (non scendeva in campo dal 25 ottobre). Oggi ha perso più set che nelle prime 7 partite di campionato messe assieme…
 
E pensare che l’avvio di match aveva seguito il copione previsto, con gli umbri che si erano portati avanti 0-3. La reazione monzese arriva subito e l’aggancio si registra sul 6-6 con uno scatenato Lagumdzija (chiuderà il parziale con 6 punti su 14 finali). Sul 9-8 a salire sugli scudi è però Galassi, che nel giro di poco mette a referto 3 schiacciate e 1 muro inframmezzate da 2 ace di Lagumdzija e, per gli avversari, una schiacciata di Plotnytskyi. Il solco scavato tra le due squadre resta più o meno tale fino alla fine, nonostante le martellate di Leon. È ancora Lagumdzija a fissare il punteggio sul 25-20.
 
Nel secondo set si va a braccetto fino al 19-19, con Dzavoronok e Leon a metter giù palloni dalla banda (alla fine saranno 7 a testa). Proprio il ceco, il solito Lagumdzija e lo splendido Galassi con un ace creano un divario che non viene colmato. Il 25-21 lo firma Holt.
 
Heynen prova a far partire dall’inizio Atanasijevic, fino a quel momento utilizzato col contagocce, ma le cose non migliorano. La Sir Safety Conad resta attaccata finché può alla “verve” dei padroni di casa grazie al solito Leon. Sull’11-11 i rossoblù si scrollano di dosso ogni residuo timore reverenziale (altro aspetto positivo di oggi è che non si sono registrati cali di tensione) e prendono un leggerissimo vantaggio che mantengono fino alla fine. Il punto del 25-22 lo realizza Lanza e il suo urlo liberatorio racchiude tutta la voglia di rivalsa per il “braccio di ferro” estivo col club umbro, che lo aveva messo fuori rosa, risoltosi proprio grazie all’interessamento del Consorzio Vero Volley. “Pippo” è in crescita e il suo desiderio di partecipare con la Nazionale alle Olimpiadi dovrebbe aiutare la Vero Volley a centrare la qualificazione ai play-off.
 
Intanto il girone di andata è terminato ma i recuperi da fare sono talmente tanti che è praticamente impossibile capirci qualcosa nella classifica. Domenica prossima, alle ore 16, la Vero Volley giocherà ancora in casa contro la Leo Shoes Modena, sconfitta sorprendentemente nella gara di andata per 3-1.
 
 
 
FOTO ROBERTO DEL BO 
Aggiungi commento