Slider

Stysiak stecchisce la Reale e la Vero Volley sorride

stysiak.jfif

VERO VOLLEY MONZA-REALE MUTUA FENERA CHIERI 3-1
 
La Vero Volley Monza femminile rompe il ghiaccio e conquista i primi 3 punti della stagione ai danni della Reale Mutua Fenera Chieri, come da recente tradizione squadra ostica per la compagine brianzola. E difatti il primo set è stato appannaggio della squadra piemontese, partita benissimo e vincente in volata. Ma ormai in campo era già entrata Stysiak, l’opposta polacca capace di ribaltare il corso del match con una serie impressionante di punti, ben 28 alla fine, di cui 1 in battuta e 1 a muro. Non poteva che essere lei a ricevere il premio come MVP davanti ai 617 spettatori presenti all’Arena di Monza. L’ingresso da fuoriclasse di Stysiak ha certamente dato una scossa al gruppo allenato da Marco Gaspari anche dal punto di vista psicologico, permettendo in particolare a Lazovic, in campo dall’inizio al posto dell’acciaccata Mihajlovic, di crescere in sicurezza concludendo alla grande (16 punti per lei, 1 in più di Gennari).
 
Se Stysiak ha fatto bene è perché la titolare Van Hecke ha fatto male. Sul 6-11 del primo set, con 2 punti all’attivo (28% in attacco), è stata sostituita ed è iniziata un’altra partita per le rosablù (anche se la nuova divisa è di difficile interpretazione, sulla scia di certe improbabili maglie che si vedono sui campi da calcio). La sua sostituta è invece partita col botto chiudendo il parziale addirittura col 66% in attacco a fronte dell’insufficiente 20% di Lazovic. La rimonta è iniziata sull’8-15 e ha avuto conclusione sul 20-20. Grazie a un’infrazione di Frantti in seconda linea la Vero Volley è pure passata in vantaggio (22-21). Ma proprio la statunitense, assieme alla connazionale Alhassan e a Villani, ha trascinato la squadra guidata da Giulio Cesare Bregoli al successo ai vantaggi (25-27).
 
Il secondo set è stato quello della crescita collettiva in casa monzese, soprattutto di Gennari, che ha chiuso il parziale con l’80% in attacco. Sul 4-4 le padrone di casa hanno salutato le avversarie e sono andate a vincere 25-15.
 
Il terzo è terminato 25-20, ma Orro e compagne avevano già preso presto un largo margine (15-9), grazie agli attacchi di Stysiak, ma finalmente anche di Lazovic (55%) e al centro di Zakchaiou. I punti della subentrata Grobelna, per Frantti, hanno tenuto a galla le torinesi, però non è bastato.
 
Nel quarto parziale tra le fila chieresi è stata pure inserita Weitzel per l’ex di giornata Mazzaro, ma il divario tra le due squadre è aumentato: solo in attacco il set è finito 60% a 24%, con Stysiak ancora a mille (66%) e un’ottima Lazovic (71%). Eppure le ospiti hanno retto fino al 12-12, più per un avvio rilassato delle padrone di casa che per meriti loro. Un muro di Gennari ha chiuso la frazione di gioco (25-13) e la contesa.
 
Mercoledì prossimo alle ore 20.30 la terza giornata regalerà un altro derby a Bergamo dopo quello della prima giornata a Busto Arsizio.

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI