santalfredo
santalfredo

Roma non doma Monza: la Vero Volley salta l'ostacolo

davyskibaschiacciata.jpg

VERO VOLLEY MONZA-ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY CLUB 3-0
 
Nonostante il 3-0 finale non è stato per niente facile per la Vero Volley Monza superare un’Acqua & Sapone Roma Volley Club rivitalizzata dal recente cambio di allenatore. La formazione capitolina ora guidata da Andrea Mafrici ha tenuto testa alla più quotata avversaria con una importante correlazione muro-difesa e con la “verve” della palleggiatrice statunitense Bugg e gli attacchi della tedesca Stigrot. Le qualità per ottenere la salvezza ci sono, ma la concorrenza è tanta: altre 5 squadre. A decidere le 2 retrocessioni in questo finale di regular season potrebbero essere il Covid-19 e gli infortuni. Che potrebbero anche decidere l’ordine di arrivo delle prime 4 in classifica tra cui le rosablù brianzole.
 
Oggi la differenza con le avversarie l’hanno fatta l’efficacia in attacco (47% a 30%) e i muri (10-6 quelli decisivi) ma anche in battuta Danesi e compagne hanno messo in difficoltà le laziali, che erano reduci da 2 vittorie consecutive. “Top scorer” della compagine allenata da Marco Gaspari è stata la schiacciatrice bielorussa Davyskiba, votata come MVP per i 13 punti messi a segno (44% in attacco) di cui 1 ace e per il 56% in ricezione.
 
A farsi notare di più nel primo set è però stata Gennari con 5 punti pari all’80% del totale degli attacchi. È stato suo il primo punto della squadra di casa, che sul 2-2 ha guadagnato fino a 4 punti di margine, poi ridottosi a 1 (15-14). Due attacchi di Davyskiba e Stysiak, un errore di Klimets e un muro di Gennari hanno scavato il solco decisivo, poi ampliato da una scatenata Candi (suoi gli ultimi 3 punti) per il 25-19 finale.
 
Nel secondo set si è assistito a un forte calo in ricezione della Vero Volley, compensato però dalla crescita di Davyskiba, brava a fare punti (7 nel parziale) anche con palle sporche. L’equilibrio si è spezzato sul 14-14: con un muro di Orro, un ace di Candi e un errore di Stigrot dalla seconda linea le rosablù hanno preso quel vantaggio che poi si è leggermente ampliato con la schiacciata finale di Candi (25-21).
 
Nel terzo set è salita in cattedra Danesi, mettendo a segno 7 dei 10 punti complessivi. La centrale ha messo la firma sull’avvio bruciante e sul finale devastante. Pronti, via ed è 4-0 con 3 suoi punti di cui 2 a muro. La squadra romana è parsa come un pugile suonato e sul 7-1 Mafrici ha chiesto già il secondo time-out. Piano piano l’Acqua & Sapone ha poi ripreso a recuperare palle in difesa e a trasformarle in punti. Un ace di Stigrot (6 punti nel parziale dei 14 complessivi) ha riportato a -3 le ospiti (16-13). La subentrata Van Hecke (per una Stysiak dal rendimento troppo altalenante) ha rilanciato le rosablù, che con 2 ace di Danesi hanno chiuso la partita (25-18).
 
Mercoledì prossimo alle ore 19 la Vero Volley recupererà la gara della seconda giornata di ritorno in casa della Reale Mutua Fenera Chieri, la “castigatrice” di Coppa Italia. Poi sabato alle 20.30 sarà ospite della VBC Trasporti Pesanti Casalmaggiore, match che sarà trasmesso in diretta tv su Rai Sport.
 
 
FOTO ROBERTO DEL BO

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI