Monzello intitolato anche a Silvio Berlusconi

monzellosilvio.jpg

Il Centro sportivo comunale Monzello è stato intitolato nel tardo pomeriggio di oggi anche a Silvio Berlusconi in aggiunta al padre Luigi, al quale lo stesso ex "patron" della società di calcio che l'ha in concessione, il Monza, l'aveva dedicato l'8 ottobre 2022. La data non è casuale perché oggi è il primo anniversario della scomparsa del fondatore di Fininvest, società proprietaria del club calcistico brianzolo. Alla cerimonia hanno partecipato i vertici del sodalizio biancorosso, guidati dal vicepresidente vicario e amministratore delegato Adriano Galliani, il capitano della prima squadra Matteo Pessina, il vicesindaco Egidio Longoni e gli iscritti ai Monza Club, in numero comprensibilmente scarso per via del maltempo che ha pure fatto annullare la visita guidata al centro sportivo e in particolare alla nuova palestra.

"Questo centro sportivo - ha ricordato Galliani - grazie agli svariati interventi di restyling realizzati negli ultimi anni, è ora grande oltre 100mila metri quadrati, ha 8 campi, 20 spogliatoi, 3 palestre, è in grado di ospitare gli allenamenti della prima squadra e di tutte le 15 formazioni del settore giovanile maschile e femminile. Tutto questo lo dobbiamo al presidente Silvio Berlusconi. Io e tutti i tifosi del Monza non possiamo che ringraziare sempre chi ci ha portato in Serie A per la prima volta, chi ci consente per il terzo anno di giocare in Serie A, chi con passione e investimenti ha recuperato Monzello da una situazione disastrosa trasformandolo in centro d'eccellenza. E anche lo stadio è stato oggetto di importantissimi lavori di riqualificazione: attualmente si sta inserendo un impianto di riscaldamento sotto il terreno di gioco e installando uno schermo gigante dietro la Curva Nord. Colgo l'occasione per ufficializzare che dal 1° luglio il nuovo allenatore della prima squadra sarà Alessandro Nesta. È stato un giocatore grandissimo e come allenatore ha guidato il Miami, il Perugia, il Frosinone e la Reggiana. Ho letto delle critiche per il fatto che non ha mai allenato in Serie A, ma io ricordo a queste persone che Arrigo Sacchi quando arrivò al Milan non aveva mai allenato in A e Raffaele Palladino prima di allenare il Monza non aveva mai allenato in A. C'è un detto che recita che non c'è 2 senza 3: mi auguro che Nesta abbia la stessa fortuna e la stessa capacità che hanno avuto Sacchi e Palladino. Concludo con un'altra anticipazione: io e Pessina saremo i testimonial della campagna abbonamenti, dove si vedranno i monumenti principali dela città".

Longoni ha ringraziato "la proprietà del Monza che ha trasformato lo stadio e il centro sportivo in strutture sportive d'eccellenza. La famiglia Berlusconi ha avuto un'attenzione particolare per Monza e la Brianza. Ricordo le parole del 'patron' che affermava che Monza meritava un palcoscenico calcistico d'eccellenza".