La Mint abbatte Catania e l'Allianz è in finale di C.Italia

maarmassaribossi.jpg

MINT VERO VOLLEY-FARMITALIA CATANIA 3-0
 
Tutto troppo facile per la Mint Vero Volley nella terzultima gara della regular season di Superlega: il fanalino di coda Farmitalia Catania viene travolto all’Opiquad Arena in 1 ora e 17’ e dopo circa mezzora i siciliani apprendono di essere matematicamente retrocessi in Serie A2 in virtù del risultato proveniente dall’altro anticipo che si stava disputando a Piacenza.
 
La compagine allenata da Massimo Eccheli ha dominato in lungo e in largo e il tecnico milanese si è preso pure il lusso di inserire a gara in corso alcune seconde linee nonché il giapponese Takahashi, bisognoso di minuti nelle gambe dopo aver recuperato dall’infortunio alla caviglia patito contro la Rana Verona.
 
Davanti ai 1291 spettatori presenti nel palazzetto dello sport monzese la Mint parte subito forte con 1 attacco di Di Martino e 4 muri-punto consecutivi (1 a testa di Maar e Szwarc inframezzati da 2 di Galassi). Il parziale vedrà i lombardi chiudere per 7-2 i muri-punto, che diventeranno 13 contro 4 a fine match. Il solco tra le due compagini continua ad ampliarsi e sul 16-6 Loeppky, in grande forma, si scatena anche in battuta, firmando 4 ace. Sul 21-6 Eccheli procede ad alcuni cambi e i siciliani ne approfittano rimontando, grazie in particolare alle schiacciate di Buchegger (“ex” di giornata assieme al palleggiatore ospite Orduna), fino ad arrivare a -7 (24-17). L’attacco del subentrato Takahashi (per Loeppky) chiude però la frazione di gioco.
 
Per il secondo set l’allenatore della Farmitalia Catania, Giuseppe Bua, conferma il subentrato Zappoli per l’opaco Randazzo (solo 12% in attacco). Il parziale resta in equilibrio fino all’11-11, quando 2 muri (di Cachopa e Maar) danno il la alla fuga dei padroni di casa, che si concretizza grazie alle folate offensive di Maar, che chiude la frazione di gioco con 5 punti pari all’80% in attacco. Il punto decisivo, quello del 25-19, arriva però grazie a una battuta fuori di Zappoli.
 
Per il terzo set Bua prova a cambiare anche il palleggiatore, sostituendo dunque Orduna con Santambrogio, mentre Eccheli inserisce Beretta e Takahashi per Di Martino e Loeppky. Sul 4-4 la Mint s’invola infilando 4 punti consecutivi. Quindi Takahashi e Maar allargano il divario a +7 (13-6), vantaggio che viene leggermente ampliato e poi amministrato fino al termine (25-17). L’ultimo ad arrendersi tra i catanesi è Buchegger, che mette a segno altri 5 punti per un totale di 14.
 
Mvp del match risulta essere Maar grazie ai 12 punti, tra cui 1 ace e 2 muri, al 64% in attacco e al 43% in ricezione.
 
La Mint Vero Volley tornerà in campo per la Superlega sabato prossimo alle ore 18 in casa della Pallavolo Padova (il match sarà trasmesso in diretta tv su Rai Sport) ma prima, e precisamente mercoledì prossimo alle 17.30, disputerà la finale di andata di Challenge Cup in casa dei polacchi del Projekt Varsavia.
 
A proposito di coppe, le atlete dell’Allianz Vero Volley oggi, in contemporanea coi maschi, hanno giocato per la Coppa Italia a Trieste contro la Savino Del Bene Scandicci vincendo per 3-2 e dunque qualificandosi per la finale in programma domani alle 14.15 (diretta tv su Rai 2) sempre a Trieste, dove affronteranno la Prosecco Doc Imoco Conegliano.