santalfredo
santalfredo

Finale scudetto n. 2, Conegliano espugna Monza e fa 1-1

muroorrodanesidavyskiba.jpg

VERO VOLLEY MONZA-PROSECCO DOC IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 2-3
 
Dopo oltre 2 ore di battaglia sportiva la Vero Volley Monza ha ceduto gara-2 delle finali dei play-off scudetto alla Prosecco DOC Imoco Volley Conegliano, brava a recuperare all’Arena 2 set di svantaggio dopo aver perso gara-1 a Villorba proprio per 3-2. Le rosablù sono state a un passo da un’altra storica impresa, ma stavolta non ce l’hanno fatta, un po’ perché si è notato un cedimento fisico (nelle gambe hanno più set delle avversarie considerando le lunghissime semifinali che hanno disputato) e un po’ perché le venete a un certo punto hanno svoltato in difesa, raccogliendo molto più di prima tutto quello che le brianzole schiacciavano e soprattutto i pallonetti. Per quasi tutti i 4168 spettatori (tutto esaurito) è stata una delusione, ma possono raccontare di aver assistito a una bellissima partita, trasmessa anche in diretta tv sia su Rai Sport che su Sky Sport. Si ricomincerà dunque con gara-3 sull’1-1: l’appuntamento è per sabato prossimo alle ore 20.45 e anche questo match sarà trasmesso in diretta tv sulla Rai e su Sky. Mentre gara-4 si disputerà a Monza martedì 10 maggio alle 20.45 (sempre in diretta tv).
 
Il match inizia con una “super” Vero Volley, capace di portarsi a +5 (13-8) sulle campionesse d’Italia e d’Europa in carica. La ricezione va a mille (a fine parziale si registra il 90% di positività contro il 50% delle venete) e così Orro riesce a distribuire palloni un po’ a tutte le sue “bocche da fuoco”, che sono in serata di grazia. Van Hecke risponde colpo su colpo alla stratosferica Egonu (MVP del match con 29 punti tra cui 2 ace e 2 muri), ma è l’ex rosablù Plummer (le altre “ex” si trovano a Monza e sono Danesi e Moretto, ma un altro “ex” è l’allenatore Marco Gaspari) che trascina le compagne all’aggancio (16-16). Si procede testa a testa fino al 23-23, poi la subentrata Candi (per Rettke) e Van Hecke fanno esplodere l’Arena.
 
Per il secondo set il tecnico delle trevigiane Daniele Santarelli schiera Courtney al posto di una opaca Sylla (20% in attacco nel primo parziale) ma “perde” Plummer (0 punti con 5 attacchi avuti a disposizione), però la Vero Volley dal canto suo, con Rettke di nuovo in campo per Candi, comincia a faticare in attacco (chiuderà il parziale col 28%). Le ospiti provano un primo allungo (10-13 con una schiacciata e un muro di De Kruijf e un errore in attacco di Van Hecke), rintuzzato da una scatenata Danesi (15-15). Poi ci riprovano trascinate da Egonu (16-19), ma ancora vengono raggiunte (Davyskiba firma il 22-22). Anche stavolta sul 23-23 la zampata finale la mettono le monzesi con Stysiak, subentrata a una spaesata Van Hecke (10% in attacco nel parziale), e grazie a una schiacciata sbagliata di Egonu dalla seconda linea.
 
Per il terzo set Gaspari conferma Stysiak mentre Santarelli rimette in campo Sylla per Courtney. L’attacco delle brianzole resta sottotono (32% contro il 56% delle avversarie) anche a causa di un vistoso calo in ricezione (39% contro l’ottimo 76% delle coneglianesi) e di una Prosecco DOC Imoco che difende di tutto e di più. Sul 9-9 le gialloblù prendono il largo con due errori di Stysiak (in battuta e in schiacciata dalla seconda linea) inframmezzati da un muro di Sylla e un attacco di Egonu dalla seconda linea. La ringalluzzita Plummer firma due attacchi-punto (11-18) e, nonostante l’ottimo rientro di Van Hecke (5 punti) al posto di una calante Stysiak (solo 22% in attacco nel parziale), De Kruijf ed Egonu dalla seconda linea chiudono il set a +9 (16-25).
 
Per la quarta frazione di gioco Gaspari conferma Van Hecke e reinserisce Candi per Rettke. La percentuale di positività della ricezione risale però l’attacco scende ulteriormente al 30%. L’andamento è simile a quello precedente, ma la Vero Volley resiste più a lungo alle folate della Prosecco DOC Imoco (1-4, 2-6, 8-12, 12-16). Larson e Candi trascinano le compagne all’aggancio (19-19), che purtroppo non dura: sul 20-21 una schiacciata e un ace di Egonu inframmezzati da un errore in attacco di Van Hecke e da un attacco di Sylla portano la gara al tie-break.
 
La fatica si fa sempre più sentire nelle gambe delle monzesi, che peggiorano ulteriormente il rendimento in attacco (25% contro il 60% delle venete). Sul 3-3 il team di Conegliano, diretto da una sempre ottima palleggiatrice Wolosz, mette la freccia e se ne va a +4 con Sylla, Plummer e due attacchi di Egonu dalla seconda linea. Le rosablù cercano di contenere le avversarie, ma non c’è la forza per recuperare. Un muro di Folie allarga il solco a +5 (7-12) e tale rimane fino alla fine.
 
 
FOTO ROBERTO DEL BO

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI