santalfredo
santalfredo

Correre una ultramaratona? I segreti di Zocco

michele_zocco_2.jpegConcorezzo. Lui è uno che ce l'ha fatta. Passione, allenamento, tenacia, e anche un pizzico di follia. Voleva superare il limite e Michele Zocco, 1,68 metri di altezza per 62,6 chilogrammi di peso, 40 anni festeggiati lo scorso 12 marzo, ci è riuscito. 

Superare il limite si è tradotto nel partecipare alle più impressionanti ultramaratone, correndo per centinaia di chilometri e superando migliaia di metri di dislivello. Pensi alla corsa e uno dei nomi che ti vengono in mente è il suo, lui che orgogliosamente ha portato in giro per il mondo i colori del gonfalone di Concorezzo, città che lo ha adottato e che lui vive con semplicità e orgoglio.

"Più che la prima gara ricordo la prima vera sfida (allora lo era) che io reputavo come una gara - racconta Michele a Concorezzo.org - Si trattava di una tapasciata a Pessano con Bornago a maggio 2015 e in quell’occasione affrontai per la prima volta un percorso da 15km. Mi sembrava un’impresa e riuscirci fu fantastico. Ci presi gusto e da allora è una continua sfida con me stesso per spostare l’asticella sempre più in alto".

Da quel 2015 i traguardi sono stati sempre più ambiziosi e onirici: non conta la distanza percorsa, conta l'esperienza. Come quella volta che aveva organizzato un allenamento in città e da lì a poche ore, era il 2020, sarebbe scoppiata la pandemia. La manifestazione venne ridimensionata, ma qualche ostinato si mise a correre per le vie della città, anche per dare un segnale di speranza e resitenza.

"Non proprio tutte le gare sono da ricordare, ma moltissime ti lasciano qualcosa di davvero speciale dentro - si immerge nel libro dei ricordi - Le tre esperienze (che chiamerei più lotte di sopravvivenza) che sicuramente mi hanno lasciato i ricordi più belli sono: 1) UMS 2019 Milano-Sanremo un viaggio di oltre 56 ore ben oltre il tempo limite ma che ho voluto portare a termine nonostante tutto (vesciche, un piede più simile ad uno zampone, cistite ecc.) 2) UMS 2021 Milano-Sanremo la rivincita con me stesso perché nonostante fossi arrivato nel 2019 avevo il cruccio di non aver finito nel tempo massimo a disposizione. Mi sono tolto questo sassolino ed è stato nuovamente un viaggio unico e splendido pieno di insidie, di gioie e di dolori. Ma con una soddisfazione finale impagabile. 3) Ultr’Ardeche 2022: la gara più impegnativa che abbia mai fatto. Oltre ogni aspettativa. Dislivello oltre i 4500 mt. Caldo estenuante e cancelli strettissimi. Una continua corsa contro il tempo. Una gara che non ti lascia un attimo di tranquillità e che non ti da modo di riposarti mai. Per terminarla andava fatto un salto di qualità che con tanta tanta determinazione è arrivato. Per tutte e tre queste esperienze ci sono aneddoti e situazioni che vanno all’estremo dell’animo umano. Sono stato davvero fortunatissimo ad avere sempre con me degli Amici con la A maiuscola che mi hanno accompagnato e che si sono sacrificati per giorni per farmi raggiungere i miei sogni. Infatti ci tengo sempre molto a definire questi traguardi come una vittoria di tutta la squadra". 

E dopo tanti risultati, come si fa ancora ad avere voglia di misurarsi e superarsi? "Ciò che mi spinge a partecipare ad imprese del genere è sicuramente lo spirito di sfida con me stesso nel cercare di conquistare ciò che in teoria è quasi impossibile; quasi, appunto. Sono poi appassionato di storia dell’antica Grecia dalla quinta elementare e intraprendendo questo sport ho scoperto l’esistenza di Spartathlon l’ultra maratona per eccellenza che parte da Atene e arriva a Sparta ai piedi della statua di re Leonida. Questa gara è il mio obbiettivo principale e per arrivarci devo prima affrontare altre sfide e spero tanto di riuscire un giorno a coronare il mio sogno".

Ultr'Ardeche, missione compiuta per Zocco

Da Milano a Sanremo di corsa: l'impresa di Zock

Ultramaratona, nuovo record per Zocco: 161 km in 24 ore

Concorezzo corre con Zock verso la UltraBalaton


L'ALLENAMENTO CON ZOCK

Il prossimo 23 luglio sarà possibile correre e allenarsi con Michele Zocco, detto Zock, attraverso un percorso ricavato nella splendida cornice della Camilla. Al termine possibilità di pranzare in Agriturismo (info in locandina)

A grande richiesta torna infatti “La Camilla Running” 2 edizione! Sabato 23 Luglio si terrà un allenamento collettivo su circuito da circa 1km, da percorrere per una massimo di 6 ore. La partenza è libera dalle ore 7:00 alle ore 13:00 e si avrà la possibilità di compiere il numero di giri desiderato, anche uno solo. L’importante è partecipare e usare questa occasione per passare insieme una giornata di sport! La location è più che prestigiosa, infatti il circuito si sviluppa totalmente all’interno della struttura dell’agriturismo “La Camilla”, in mezzo al verde e alla natura. L’allenamento sarà in autosufficienza, in ogni caso lungo il percorso è presente una fontanella per dissetarsi. Parcheggio all’interno. Info e prenotazioni anche attraverso la pagina facebook di Michele: https://www.facebook.com/zockn.roll.1

michele_zocco_1.jpg

michele_zocco_3.jpg

 

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI