santalfredo
santalfredo

Champions League, la Vero Volley esordisce con una vittoria

murostevanovicstysiak.jpg

VERO VOLLEY-PROMETEY DNIPRO 3-0
 
Parte col piede giusto la stagione europea della Vero Volley: davanti ai 1784 spettatori accorsi nella nebbia all’Arena di Monza è arrivata una vittoria per 3-0 sulla compagine ucraina della Prometey Dnipro nella prima giornata della fase a gironi della Champions League. La tenacia e la caparbietà delle atlete ospiti non è bastata ad arginare la superiorità tecnica della formazione allenata da Marco Gaspari, che a sorpresa non ha nemmeno portato in panchina Jordan Larson, la campionessa sta-tunitense reingaggiata nelle scorse settimane dopo l’esperienza monzese della seconda metà della scorsa stagione. Oltre all’esordio stagionale di Larson il pubblico non ha potuto ammirare anche l’ex Nazionale italiana Folie, tenuta a riposo in panchina e sostituita al centro da Candi. Ciò nonostante la squadra di casa ha giocato una buona pallavolo, anche se il muro non è stato devastante come nelle ultime uscite e l’attacco a tratti è risultato poco incisivo. Insomma, bisogna rimanere coi piedi per terra e lavorare sodo anche perché la Prometey Dnipro, ammessa alla Champions League dalla CEV in quanto prima classificata nel campionato ucraino al momento dell’invasione russa, è un team che ha molti problemi, dato che quest’anno gioca in Boemia, a Kutna Hora, e partecipa al campionato ceco. A proposito di guerra e della sua insensatezza, oggi a un certo punto è scesa in campo per la Vero Volley la schiacciatrice bielorussa Davyskiba: mentre lei era divisa dalle sue avversarie di gioco da una rete di pallavolo i suoi connazionali sostenevano con le armi gli alleati russi nell’aggressione ai danni del popolo ucraino… La guerra non è così lontana dai campi da gioco, come dimostra la recente morte sul fronte del fratello di Tatiana Kosheleva, capitana russa della Megabox Ondulati del Savio Vallefoglia.
 
La cronaca: nel primo set le ucraine allenate dal bulgaro Ivan Petkov rintuzzano il tentativo di fuga delle biancorosse (11-6 con 3 ace di Orro) riportandosi a -1 (12-11) trascinate da Danchak (6 punti nel parziale dei 10 complessivi). C’è voluta la miglior Sylla per ricacciarle indietro, autrice di 2 dei 6 ace della Vero Volley della frazione di gioco (contro 1 della Prometey). Il punto del 25-17 lo firma Candi.
 
Per il secondo set Petkov inserisce Khober per Savard e la sua squadra tiene testa a Thompson e compagne fino al 9-9. Poi la regista Orro (MVP con 6 punti di cui 4 ace) si scatena in una varietà di gioco che non lascia scampo alle ucraine, che vedono arrivare schiacciate da ogni angolo della rete, anche da Davyskiba subentrata a Stysiak. Sul 22-15 la rientrata Savard prova a ricucire, ma Sylla chiude sul 25-20 (11 punti per lei a fine match).
 
Nel terzo set la Vero Volley prende subito 3 punti di margine (6-3), che diventano 8 (20-12) grazie in particolare a una scatenata Stevanovic (10 punti complessivi nel match di cui 1 ace e 2 muri), autrice anche della schiacciata del 25-21 (88% in attacco) che stronca il tentativo di rimonta delle ucraine, arrivate a -2 (22-20) sospinte da Milenko (15 punti nei 3 set).
 
Il prossimo appuntamento con la Champions League è in calendario il 21 dicembre: le lombarde voleranno in Romania per sfidare l’Alba Blaj. Ma l’attenzione ora si risposta sul campionato dato che domenica prossima alle ore 18 è in programma all’Arena di Monza la “supersfida” tra la Vero Volley e l’Igor Gorgonzola Novara.
 
 
FOTO ROBERTO DEL BO

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI