Strappo in Giunta, la Lega pronta a uscire

giunta_concorezzo.jpgConcorezzo. Braccio di ferro nella Giunta di centrodestra. Nei giorni scorsi gli assessori della Lega Nord, il vicesindaco Micaela Zaninelli e l'assessore all'Urbanistica Fabio Ghezzi, hanno protocollato in Municipio una lettera destinata al sindaco Riccardo Borgonovo con l'intenzione di rimettere le deleghe. Scelta analoga è stata presa dal Presidente del Consiglio comunale, Mauro Capitanio. La decisione arriva dopo mesi di aspri confronti sui temi della sicurezza (con la richiesta del segretario del Carroccio, Daniele Usuelli, di adottare misure forti contro accattoni e baby-bulli) e della accettazione "a cuor leggero" del centro profughi in via San Rainaldo. Ma questa volta la decisione di ritirarsi dall'Esecutivo (al momento non è ancora in discussione l'appoggio dei consiglieri comunali alla maggioranza che raccoglie anche Forza Italia e lista civica) sarebbe legata all'intervento urbanistico di via Adda, il cosidetto "comparto 8". Alcune ulteriori varianti al progetto (qui un po' di cronistoria dal 2009), che inizialmente prevedeva la realizzazione di due torri per commerciale e terziario e sette micropalazzine residenziali, non sarebbero gradite al Carroccio, mentre il sindaco avrebbe dato parere favorevole ai costruttori. Nessun altro dettaglio al momento perché sia la Lega Nord (che ha riunito d'urgenza il direttivo giovedì sera) sia il sindaco hanno deciso di non rilasciare dichiarazioni. Inoltre la crisi verrà gestita politicamente a livello provinciale e regionale, considerate le dimensioni del Comune di Concorezzo.

Nelle foto d'archivio un momento conviviale in occasione di una festa della Lega in Villa Zoja (a sinistra il vicesindaco Zaninelli e il sindaco Borgonovo) e il progetto orginario di via Adda

giunta_concorezzo_comparto.JPG

Aggiungi commento