Covid, cosa succede dal 4 maggio: sintesi e testi

Roma. La fase 2 inizierà il 4 maggio. Come annunciato ieri sera dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ieri è stato firmato un nuovo Decreto della Presidenza del Consiglio dei ministri (Dpcm). Molte le novità introdotte per il periodo che va da 4 al 18 maggio, anche se tantissimi sono rimasti i nodi irrisolti, a partire dai soldi alle imprese (è in discussione in Parlamento il Decreto Liquidità) e dalla gestione dei figli con scuole chiuse, mentre negozi e aziende vanno verso la riapertura. Indicazioni più restrittive possono essere imposte da Regione e Comuni.

MASCHERINE. Si devono usare protezioni delle vie respiratorie nei luoghi confinati aperti al pubblico inclusi i mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento del distanziamento fisico. Non sono soggetti all'obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti.

SPOSTAMENTI. Consentiti gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute o per incontrare i propri congiunti (si intendono parenti di sangue e affini)

SPOSTAMENTI EXTRAREGIONALI. Divieto di spostarsi in una regione diversa rispetto a quella in cui attualmente ci si trova, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza o per motivi di salute

RIENTRO A CASA. Consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza

ASSEMBRAMENTI. Vietata ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici e privati

PARCHI E GIARDINI. Consentito l'accesso ai parchi, giardini pubblici rimanendo distanziati. Vietato lo svolgimento di attività ludica o ricreativa all'aperto

SPORT. Consentita attività sportiva individuale o con accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri. Consentita attività motoria individuale o con accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro. Sospensione di eventi e competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici e privati, fatte salvo le sedute di allenamento di atleti riconosciuti d'interesse nazionale dal CONI, dal CIP e dalle rispettive federazioni

EVENTI. Sospensione di manifestazioni organizzate, di eventi e di spettacoli di qualsiasi natura con la presenza di pubblico, ivi compresi quelli di carattere culturale, ludico, sportivo, religioso e fieristico, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato, quali, a titolo d’esempio, feste pubbliche e private, anche nelle abitazioni private.

RELIGIONE. Sospese cerimonie civili e religiose. Consentite le cerimonie funebri con l’esclusiva partecipazione di congiunti e, comunque, fino a un massimo di quindici persone, con funzione da svolgersi preferibilmente all'aperto

INTRATTENIMENTO E CULTURA. Sospese attività di cinema, teatri, pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimilati. Chiusura al pubblico delle biblioteche e di tutti i luoghi della cultura.

SCUOLA. Sospensione delle attività didattiche di ogni ordine e grado e dei servizi educativi per l’infanzia

BENESSERE. Sospese attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, centri culturali, centri sociali, centri ricreativi

BAR E RISTORANTI. Consentite attività d'asporto e domicilio per attività di bar, pub, gelaterie, ristoranti e pasticcerie. E' necessario il rispetto delle norme igienico-sanitarie, con l’utilizzo di dispositivi di protezione individuale per l’attività di trasporto. Obbligo per chi effettua consegne a domicilio l’utilizzo di guanti e mascherina. Chiusura degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande all'interno di stazioni ferroviarie e nelle aree di servizio e rifornimento carburante

SERVIZI ALLA PERSONA, PARRUCCHIERI; ESTETISTI. Sospese attività di parrucchieri, barbieri, estetisti e servizi alla persona ad eccezione di lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia, lavanderie industriali, altre lavanderie, tintorie, servizi di pompe funebri e attività connesse

BANCHE E ASSICURAZIONI. Restano garantiti, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie, i servizi bancari, finanziari, assicurativi nonché l’attività del settore agricolo, zootecnico di trasformazione agro-alimentare comprese le filiere che ne forniscono beni e servizi

MERCATI. Consenti i mercati per il solo settore merceologico alimentare

COMMERCIO E CENTRI COMMERCIALI. Sospese le attività commerciali al dettaglio, nell'ambito nei negozi di vicinato, della media e grande distribuzione e dei centri commerciali

✅ ad eccezione di:

Ipermercati

Supermercati

Discount di alimentari

Minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentari vari

Commercio al dettaglio di prodotti surgelati

Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici

Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati (codici ateco: 47.2)

Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati

Commercio al dettaglio apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice ateco: 47.4)

Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiale elettrico e termoidraulico

Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari

Commercio al dettaglio di articoli per l'illuminazione

Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici

Farmacie

Commercio al dettaglio in altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica

Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati

Commercio al dettaglio di articoli di profumeria, prodotti per toletta e per l'igiene personale

Commercio al dettaglio di piccoli animali domestici

Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia

Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento

Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini

Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet

Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato per televisione

Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto per corrispondenza, radio, telefono

Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici

Commercio di carta, cartone e articoli di cartoleria

Commercio al dettaglio di libri

Commercio al dettaglio di vestiti per bambini e neonati

Commercio al dettaglio di piante, fiori, semi e fertilizzanti

Le imprese, che riprendono la loro attività a partire dal 4 maggio 2020, possono svolgere tutte le attività propedeutiche alla riapertura a partire dalla data del 27 aprile 2020 (Allegato 3 del DPCM)

Leggi il DPCM completo: https://bit.ly/2KCRqF6

conte_casalino.jpg

Commenti  
0 #1 Marco 2020-04-29 15:27
Leggendo quanto sopra i negozi di fiori sono aperti dal 4 maggio?
Aggiungi commento