Slider

Scuola superiore? Ecco le scelte utili

A gennaio la scelta della scuola superiore. Sono oltre 18 mila in un mese i posti offerti dalle imprese per chi esce dalle superiori o dalle scuole professionali a Milano (15 mila posti), Monza Brianza (2.590) e Lodi (510) a dicembre 2019. Rappresentano il 56% circa delle 33 mila entrate totali previste nel mese (il 35% riguarda i diplomi e il 21% le scuole professionali). Ed è ancora il ragioniere (indirizzo amministrazione, finanza e marketing) il diplomato più richiesto dalle imprese di Milano, pari a 2.220 mila entrate mensili previste (7,8%), così come a Monza Brianza (320 posizioni richieste, 8%) mentre a Lodi è ugualmente ricercato il diplomato in meccanica e meccatronica (entrambi 30 posizioni, 4,1%). A Milano 820 posti anche per l’indirizzo in elettronica ed elettrotecnica, 750 per la qualifica professionale in ristorazione e 660 nel diploma in turismo enogastronomia e ricettività, a Monza 200 per l’indirizzo professionale in ristorazione e 190 in meccanica mentre a Lodi richiesto l’indirizzo professionale in ristorazione (50 posti). Tra chi esce dalla scuola secondaria, le imprese faticano a trovare soprattutto diplomati in informatica e telecomunicazioni a Milano (il 58,5% è di difficile reperimento) e in turismo, enogastronomia e ricettività (58%), nel settore informatica e telecomunicazioni a Monza (83%) e nell’indirizzo meccanico a Lodi (45,2%). Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi su dati Sistema Informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere in collaborazione con ANPAL relativi a dicembre 2019.
Alternanza scuola-lavoro. Sono oltre 44 mila i percorsi formativi offerti agli studenti sul territorio di Milano, Monza Brianza e Lodi. Di questi quasi 42 mila da Milano, oltre 2 mila da Monza e 234 da Lodi. Sono messi a disposizione da oltre 2.600 soggetti pubblici e privati (1.975 a Milano, 469 a Monza e 161 a Lodi). Emerge da una elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza e Lodi su dati InfoCamere a giugno 2019 che si trovano su Registro Alternanza Scuola Lavoro: https://scuolalavoro.registroimprese.it/rasl/home.

school-2051712_960_720.jpg


Per Marco Accornero, membro di giunta della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi: “Le risorse umane sono alla base della nostra competitività come imprese e incoraggiamo con diverse azioni una preparazione sempre più vicina alle esigenze lavorative. I giovani sono infatti al centro di un passaggio generazionale che aiuti il rafforzamento delle imprese”.

Per Vincenzo Mamoli, membro di giunta della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi: “Il rapporto con il mondo della scuola è centrale per le imprese dal punto di vista della formazione delle competenze necessarie per il futuro dell’azienda e rappresenta anche una prospettiva per far crescere la propensione all'autoimprenditoria in particolare in alcuni settori dell' artigianato. Guardare al futuro per i giovani vuol dire nelle scelte scolastiche saper coniugare attitudini, talento con i trend delle professioni, dei lavori e della tecnologia senza perdere di vista cosa richiede ancora oggi il mercato anche in termini di prodotti e servizi più tradizionali seppur in continua evoluzione”.
Alternanza scuola – lavoro: opportunità dalla Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi - la Camera di commercio: promuove l’adesione delle imprese al Registro Alternanza Scuola Lavoro (RASL), a quota 2.907 imprese iscritte al 31.12.2019 di Milano, Monza e Lodi: propone il portale www.faialternanza.it per la diffusione di iniziative di alternanza di qualità disponibili sul territorio e delle buone prassi poste in essere da imprese e scuole; realizza progetti speciali in tema di alternanza e orientamento; diffonde nelle scuole secondarie di secondo grado di Milano, Monza e Lodi il Premio Storie di Alternanza, premiando i migliori racconti di alternanza scuola-lavoro; progetta e organizza attività di formazione per docenti; promuove attività di diffusione dei servizi camerali presso scuole, studenti e imprese.