Slider

Brianza, la storia del mitico Cinghei in un libro

Cinghei storica.jpgCamparada.  Quella del Cinghei è davvero, come dice il titolo, una bella storia di Brianza. Ci sono luoghi che appartengono di diritto alla tradizione della nostra terra, che rievocano profumi e momenti, che segnano la geografia delle nostre colline. Il volume, con il patrocinio dell’Unione dei Comuni di Camparada e Lesmo “Prime Terre di Brianza”, verrà presentato domenica 15 dicembre alle ore 10.30 all’interno della sala consigliare del Comune di Camparada. Il libro narra la gestione dello storico locale camparadaese da parte della famiglia Viscardi a partire dagli anni 30, quando la famiglia camparadese rilevò l’allora “Trattoria dei cacciatori”, fino alla cessione nel corso degli anni ’80, citando ovviamente anche le successive gestioni che hanno continuato e che continuano tutt’ora ad esporre fieramente il nome della famosa trattoria camparadese. Oltre alle vicende strettamente legate alla trattoria all’interno del volume c’è spazio per aneddoti, storie e vicende del Comune stesso che nel corso degli anni ‘50/’60 ha subito un profondo cambiamento sociale connesso strettamente alle fortune del locale. Nel dopoguerra infatti, il paese pian piano mutò la sua natura prettamente agricola e rurale diventando sempre più un borgo residenziale e industriale. Proprio la costruzione di nuove case e l’arrivo di attività produttive spinse la famiglia Viscardi a mutare il locale da semplice salumeria a drogheria, in una trattoria a tutti gli effetti sotto la guida di Ettore e Adele Viscardi che reserò il Cinghei famoso in tutto il circondario grazie a superbi piatti della tradizione culinaria brianzola come cassouela, buseca, cacciagione e bolliti misti. Un capitolo importante è anche quello legato ai personaggi che animavano le sale del Cinghei. Tra questi numerosi volti noti del mondo dello sport come i calciatori del Milan (Galli, Tassotti ed Antonelli), pugili e ciclisti dell’epoca.

«L’idea del libro – racconta Luigino, figlio degli storici titolari della trattoria –, è nata un paio di anni fa. Chiacchierando con un amico abbiamo pensato che sarebbe stato bello mettere nero su bianco la storia del Cinghei sfruttando la lucidità di mio papà Ettore, che insieme a mia mamma Adele, hanno condotto il locale per moltissimi anni. Da lì è partito il nostro percorso e grazie all’aiuto di Fabio Beretta e Gabriele Galbiati abbiamo ripercorso tutta la storia del locale, partendo dai primi del ‘900 fino ad arrivare ai giorni nostri, raccontando anche com’è poi andata avanti l’attività dopo la cessione da parte della mia famiglia».

Il libro sarà in vendita durante la presentazione al costo di 10 euro. L’intero ricavato della vendita sarà infine devoluto all’associazione “Luce e Vita”, impegnata nell’aiuto e nella cura degli adulti affetti da Leucemia all’ospedale San Gerardo di Monza.

Libro: “La famiglia Viscardi e il Cinghei. Una bella storia di Brianza”.

Edito da Bellavite.

Autori: Fabio Beretta, Gabriele Galbiati, Luigino Viscardi.

Copertina libro bellavite.jpg