santalfredo
santalfredo

La nuova associazione Atena si presenta con un convegno sulla famiglia

atenafamiglia1.jpgConcorezzo. L'albo cittadino delle associazioni da qualche settimana registra una novità: si tratta di Atena, freschissimo sodalizio animato per lo più da giovani che, giovedì 9 luglio, faranno il proprio esordio ufficiale. L'occasione è data dall'organizzazione di un convegno su una tematica delicata e controversa: “La Famiglia. Difendere la famiglia naturale dalle insidie dell'ideologia gender". L'evento è patrocinato dal Comune. L'incontro si terrà nella sala di rappresentanza, in piazza della Pace, alle ore 21. L'ingresso è libero fino esaurimento posti.

"Il convegno tratterà un tema di stretta attualità - spiegano i promotori - con il pretesto di combattere antichi stereotipi, si stanno moltiplicando i casi di aperta propaganda contro la famiglia naturale, anche soprattutto attraverso l'introduzione e la divulgazione dell'ideologia del gender. Una propaganda alimentata in modo sinergico da media nazionali e locali, introdotto in modo subdolo e sotterraneo negli ambienti scolastici e promosso ambiguamente anche dal mondo dell'associazionismo. Contro questa inumana e artificiosa ideologia sono scese in piazza domenica 20 giugno a Roma oltre un milione di persone, nella manifestazione trasversale “Stop-gender” che riconosceva nella famiglia naturale un valore antropologico e inalienabile per il bene di tutti. Anche Papa Francesco non ha esitato a descrivere così: «il gender è colonizzazione ideologica. Pensate ai Balilla, pensate alla Gioventù Hitleriana».

Ne parleranno il professor Alberto Torresani, storico, professore e giornalista, il consigliere regionale Massimiliano Romeo, primo firmatario della mozione per l'istituzione della giornata in difesa della famiglia naturale in Regione Lombardia, il dott. Gabriele Borgoni, socio dello studio legale Borgoni&Prandi, e Marco Invernizzi, scrittore e giornalista, responsabile di "Alleanza Cattolica" in Lombardia.

Porteranno i loro saluti Antonia Rina Ardemani, assessore alla cultura del comune di Concorezzo e Alessandro Zardoni, segretario dell'associazione Atena. "Questo primo appuntamento - concludono i promotori - avrà carattere specificatamente divulgativo, ma in futuro l’associazione Atena lavorerà ad altri incontri di rete, dibattito e coordinamento riguardo le stesse tematiche".

Commenti  
0 #2 Giulio 2015-07-12 16:13
Basta con questa fantomatica lobby gender!!! Sono ben altri i problemi che affliggono i cittadini.
Scandaloso che il comune patrocini una simile pagliacciata.
0 #1 Michele 2015-07-09 18:03
Semplicemente vergognoso che il Comune dia il patrocinio e intervengano anche degli assessori. Inutile spacciare per convegno un raduno di omofobi. E citare le parole del pontefice solo quando fa comodo non fa certo onore. Purtroppo, per lavoro, non potrò esserci per manifestare il mio dissenso da cittadino concorezzese verso una tale sconceria integralista e ignorante. Ma rimane il disgusto nei confronti di una iniziativa tanto vigliacca.

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI