Lo scippatore di Concorezzo si farà un anno e 8 mesi di carcere

b_450_500_16777215_00_images_scippo20.jpegConcorezzo (2). Un anno e otto mesi di carcere. Questa la condanna per Angelo Luigi Sala, 59 anni, diversi precedenti alle spalle. Alcuni giorni fa l'uomo era stato protagonista di una serie di reati che potevano anche costargli il linciaggio: prima il furto di un'auto a Concorezzo, poi con la vettura rubata lo scippo ai danni di una ragazzina a Monza, la fuga e un incidente. "Salvato" dai carabinieri, che lo hanno sottratto ad alcuni passanti inferociti, Sala era stato portato in cella di sicurezza. Il giudice di Monza lo ha condannato a un anno e otto mesi da passare nel penitenziario di Monza.

Concorezzo. Vedovo, pensionato e pluripregiiudicato, un cittadino di Concorezzo ieri è stato protagonista di una serie sconcertante di reati: prima ha rubato un'auto a Concorezzo, poi si è recato a Monza per compiere scippi. Per fortuna è caduto nella rete dei carabinieri guidati dal capitano Luigi D'Ambrosio.

Il tutto è successo ieri intorno alle ore 20.45 circa, a Monza in piazza Cambiaghi. Lì i carabinieri della Stazione capoluogo hanno arrestato in flagranza per rapina impropria, lesioni, ricettazione ed inosservanza sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno S.L.A., nato a Monza nel 1953, residente a Concorezzo (MB), vedovo, pensionato pluripregiudicato.

Il sessantenne, poco prima, in Monza, piazza San Paolo, a bordo di una Fiat Uno targata MI 78A935 rubata alle 17 a Concorezzo (l'autovettura è stata restituita a P.L., 66enne, residente a Concorezzo) aveva preso di mira una 17enne di Monza. Avvicinatala, con un colpo fulmineo le ha strappato la borsa contenente documenti personali e circa 50 euro. Lo strappo ha poi provato la caduta della giovane, che si è ferita lievemente. I militari operanti, allertati dal fidanzato della vittima, hanno rintracciato il rapinatore, che nel frattempo aveva causato un incidente, cercando poi di dileguarsi a piedi. La refurtiva è stata recuperata e restituita alla giovane, terrorizzata e sotto shock. Il concorezzese si trova in carcere a Monza.

 

Aggiungi commento