Sosta selvaggia per ballare, i residenti protestano

luna_rossa.jpg

Concorezzo. La primavera si avvicina e, con la voglia di ballare, i residenti delle vie limitrofe al Luna Rossa temono torni anche l'assalto della sosta selvaggia a marciapiedi e aree private. Oltre alla infrazioni al Codice della strada, la ricerca disperata di parcheggi costituisce anche un pericolo per l'incolumità di chi transita a piedi nei pressi della provinciale Monza-Trezzo, teatro in più occasioni di investimenti mortali.

"La gente parcheggia dove vuole senza considerare l'inciviltà di chi esce ubriaco dal Luna Rossa - spiega una residente - Non c'è rispetto della quiete dei residenti e le sere dedicate al ballo si trasformano per noi in un incubo: urla, schiamazzi, sosta selvaggia, gente che fa i bisogni per strada, bottiglie ovunque. Mancano i controlli alla sosta e alla velocità: fino alle 3,30 del mattino è sempre un far west. Nella foto che potete vedere il proprietario dell'auto ha spostato le catenelle e i paletti della sosta privata, tanto tutto è concesso".

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI