Slider

Si capotta in auto e viene preso a schiaffi

ConcorezzoPrima è stato protagonista di un incidente, con la sua auto (sulla quale viaggiava con due amici). Poi è stato estratto dall'abitacolo, dopo uno spaventoso capottamento, è stato letteralmente preso a schiaffi da un automobilista che, a quanto pare, non aveva apprezzato la spregiudicatezza della sua guida. 

Ha dell'incredibile il sinistro avvenuto sabato a Brugherio. Intorno alle 18 in viale Lombardia  un boliviano di 21 anni residente a Concorezzo alla guida di una  Opel Corsa ha perso  il controllo del mezzo che ha urtato rovinosamente contro il new jersey prima del sottopasso dell'autostrada e  finendo col ribaltarsi su un fianco. Dopo l'urto il conducente e i suoi 2 passeggeri, 20enni residenti a Milano, inizialmente sono stati  estratti dal veicolo e aiutati dai passanti, successivamente il conducente di un secondo veicolo li ha aggrediti a pugni e schiaffi accusandoli di aver messo a rischio l'incolumità della propria famiglia, per poi allontanarsi dal luogo dell'incidente. Il conducente del veicolo ribaltatosi è stato trasportato in codice giallo, oltre a uno dei passeggeri (in codice verde), all'ospedale di Vimercate: la Polizia Locale, intervenuta sul posto, è ancora in attesa dei risultati degli accertamenti per uso di alcool e droga sul conducente da parte dell'ospedale.

I tre occupanti del Opel Corsa stavano tornando da una festa per una comunione da Concorezzo in direzione Milano. Tutti e tre verranno sanzionati ai sensi del Dpcm, mentre a carico del conducente si procederà per sanzione amministrativa per omesso controllo del veicolo e si rimane in attesa di riscontri inerenti i prelievi ematici del conducente. Non è stato individuato il successivo aggressore e al momento non è stata proposta alcuna querela per l'aggressione subita.

incidente_brugherio.png

Commenti  
+1 #1 Lorenzo 2021-04-23 13:32
Conosco bene il luogo dell'incidente e solo un autista
"non sobrio" o "con il cellulare in mano" può ribaltarsi in quella zona. Quattro schiaffoni se li è sicuramente meritati. Capisco il conducente preoccupato per la sua famiglia, ha tutta la mia stima.

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI