Rapina in casa, ex console concorezzese assassinato in Madagascar

adeliocorno.JPGConcorezzo. Solare, generoso, intraprendente. Sorridente. Tutti, a Concorezzo e in Madagascar, ricordano così Adelio Corno, 64 anni, che aveva scelto il mare dell'Oceano Indiano per vivere i propri sogni e i suoi progetti imprenditoriali. Vita che è stata spezzata il 31 agosto in occasione di una rapina in casa (ipotesi investigativa al momento più accreditata). Ad ucciderlo un commando di quattro persone che sono entrate nella sua casa nellà città di DiegoSuarez, la più grande del Nord del Madagscar. Secondo la polizia malgascia sono sospettate quattro persone, di cui due fermatea poche ore dall'omicidio: tra questi due ex poliziotti congedati nel 2014 per problemi disciplinari. Secondo il giornale locale Le Tribune de Diego, alcuni testimoni avrebbero visto diverse persone sulla spiaggia di Ankorikahely, dove si trova la casa di Corno, intorno alle 18,30 di lunedì. Al suo ritorno nella abitazione, l'uomo, che era stato anche Console onorario della città, sarebbe stato assalito da quattro uomini armati di coltello, che prima di agire avevano legato la moglie e il custode. A dare l'allarme è stata la moglie dopo essersi liberata. La polizia ha fermato uno dei presunti autori poche ore dopo, un secondo complice il giorno successivo. Adelio Corno era in Madagascar da oltre 30 anni. Console onorario nei primi anni del 2000, era titolare di due ristoranti, La Candela e La Rosticceria, quest'ultimo con funzioni anche alberghiere. Dal 2014 viveva nella località di Ankorikahely. Appassionato di pesca e foto subacquea, era stato socio anche della società concorezzese Scarpun

adeliocorno3.jpg

Decine, in tutte le lingue, le testimonianze di affetto per quell'uomo solare capace di diventare amico di tutti, residenti e turisti. E non è nemmeno da escludere che conoscesse persino gli autori del brutale omicidio (secono la polizia Corno potrebbe aver preso addirittura un aperitivo con i suoi carnefici poche ore prima). Si tratta del secondo omicidio di un ex diplomatico in Madagascar in un anno: nell'agosto 2014 infatti era stato ucciso Jean-Louis Minet, ex console onorario di Francia, nella sua residenza di Fianarantsoa. L'ipotesi della rapina è sostenuta dal ritrovamento di oggetti di Corno nelle abitazioni delle persone fermate.

"Raramente ho trovato un vaza così innamorato del Madagascar e dei malgasci... Abbiamo perso una persona speciale, un vero signore, un amico in un modo talmente ingiusto che stento a crederci... Per me è stato un privilegio averlo conosciuto, andare a Diego senza di lui non sarà più la stessa cosa. "Sono sempre i migliori che se ne vanno": sembra una banalità ma in questo caso è vero più che mai! Addio Adelio", scrive una conoscente su faceboo. "Un homme comme toi, on en trouvera pas. Pourquoi la vie est aussi injuste ? Les gens ne changeront pas ici. Pourquoi s'attaquer a toi... Reposes en paix Adelio, mes sincères condoléances a toute ta famille.  On t'oubliera jamais", fa eco un'altra amica.

Antsiranana (nota fino al 1975 come Diego Suarez e talvolta chiamata "La Perla del Nord") è la più grande città del nord del Madagascar, e capitale della provincia omonima. Il suo porto è il terzo più importante del paese (il nome Antsiranana significa proprio "porto"). È situata all'estremità settentrionale dell'isola, in una baia naturale (la seconda più grande del mondo) chiamata Baia di Antsiranana.

 

adeliocorno2.jpg

 

Aggiungi commento