Pronto, chi parla? Siamo i carabinieri. E ritrova il cellulare smarrito

cellulare.jpg

Concorezzo. "Pronto, chi parla?". E dall'altro capo del tefono rispondono i carabinieri. Non poteva trovare voce più rassicurante la concorezzese Silvia Casiraghi che, lo scorso 17 febbraio, aveva smarrito il proprio cellulare. Prima il comprensibile panico per la perdita dell'oggetto e di tutti i dati. Poi la corsa verso un altro telefono nella speranza che il suo squillasse ancora. E così è stato. A rispondere erano i carabinieri della caserma di via Ozanam dove un onesto cittadino si era recato poco prima a consegnare il portatile trovato per strada. Un anonimo concorezzese che ha compiuto un gesto che dovrebbe essere normale, ma che purtroppo diventa quasi notizia. Da imitare.

Aggiungi commento