Prima l'esplosione, poi la truffa: colpo da 6mila euro in via D'Azeglio

truffa.jpgConcorezzo. E' caccia al finto tecnico del gas e al finto agente di Polizia locale che, oggi, 1 febbraio, hanno truffato due famiglie concorezzesi. Una tecnica già messa a punto in altri Comuni della Brianza: per questo, nelle ultime ore, i carabinieri di Concorezzo e Monza hanno scatenato una vera e propria caccia all'uomo.

Verso le 10 i due malviventi hanno preso di mira un complesso bifamiliare in via D'Azeglio, in località Rancate, dove vivono due fratelli. I truffatori hanno simulato una perdita di gas con tanto di esplosione (causata da un petardo, ndr)  e,dopo aver creato la giusta dose di preoccupazione, hanno avuto vita facile nel farsi accompagnare all'interno. Qui è successo di tutto. I due criminali, senza farsi scrupoli, hanno detto alle vittime che, per motivi di sicurezza, era meglio sistemare soldi e oggetti preziosi nel frigorifero e consegnare i cellulari per evitare che le onde elettromagnetiche causassero una nuova esplosione. Persuasi anche dalle divise indossate dai malviventi, i proprietari di casa hanno eseguito tutti gli ordini. Pochi minuti dopo, i truffatori hanno intascato quanto c'era nel frigorifero (6mila euro in contanti e preziosi vari) e con una scusa sono riusciti a dileguarsi. 

Indagini in corso da parte dei carabinieri di via Ozanam. I due malviventi si sarebbero allontanati a bordo di una Alfa Romeo.

Leggi anche

Camion si ribalta: allarme acido fluoridrico sulla Teem

Luca, l'agnellino "nato" in un supermercato

Coltellate all'Acquaworld, trentenne di Concorezzo a processo

Migranti al Milanino: "Niente barricate, ma vogliamo il Vigile di quartiere"

Aggiungi commento