santalfredo
santalfredo

Mercedes incendiata, probabile la ritorsione

WhatsApp Image 2022-06-30 at 08.47.20.jpegConcorezzo. Un atto doloso, forse una ritorsione o una intimidazione. Non si esclude questa ipotesi per dare una spiegazione all'esplosione e al successivo rogo che l'altra mattina all'alba, giovedì 30 giugno, ha distrutto una Mercedes C220 in via Girotti, all'altezza del civico 38. I residenti hanno sentito un boato, poi le fiamme hanno inghiottito la vettura e danneggiato le vetrine del negozio di alimentari e del veterinario Magni.

La vettura appartiene ad una famiglia di cittadini rumeni, residenti a Concorezzo. I carabinieri, coordinati dal luogotenente Fulvio Carotenuto, stanno svolgendo le indagini nel massimo riserbo: le ipotesi al vaglio vanno dal cortocircuito all'incendio doloso. I militari stanno sentendo testimoni e vagliando i filmati dei circuiti di videosorveglianza della zona. Qualche residente avrebbe visto un individuo allontanarsi di corsa dalla scena del rogo poco prima che l'auto esplodesse e venisse avvolta dalle fiamme.

Leggi anche

Concorezzo, esplosione in via Girotti

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI