La dottoressa Meroni volontaria al fronte di Bergamo

mietta_meroni.jpgConcorezzo. C'è anche lei, Mietta Meroni, classe 1957, in pensione dal 2018, tra i medici volontari che si sono messi a disposizione della sanità lombarda per combattere la guerra contro il Covid-19. La dottoressa, dopo aver risposto al bando per 300 medici indetto dalla Protezione civile nazionale, da alcuni giorni sta lavorando sul fronte più caldo, quello di Bergamo, prestando servizio presso gli Ospedali Riuniti. Una scelta deontologica ma assolutamente coraggiosa se si pensa che, due giorni fa, il bilancio di questa guerra faceva contare 51 medici morti e oltre 6.400 contagiati in servizio.

Mietta Meroni ù, membro del Comitato scientifico di Cancro primo aiuto, ha lavorato per l'azienda ospedaliera di Vimercate come dirigente Medico nel reparto di Nefrologia e Dialisi. E' stata anche responsabile dell’Ambulatorio di Dietetica Medica. Per due anni è stata  Dirigente Medico Responsabile della gestione del Centro di Patologie della Nutrizione, con particolare riferimento all'ambulatorio di Dietologia e Diabetologia presso l'ospedale di Sesto San Giovanni.

Aggiungi commento