Insegne non autorizzate e decoro urbano, multa da 400 euro

parrucchierecinesevialiberta.jpg

Concorezzo. Ancora problemi con le regole amministrative per il parrucchiere a gestione cinese di via Libertà. A giugno l'attività era stata chiusa perché mancavano importanti autorizzazioni. Poi l'attività si è sbloccata e molti cittadini concorezzesi hanno anche iniziato a servirsene, attirati anche dai prezzi vantaggiosi. Nei giorni scorsi, però, l'Amministrazione comunale è intervenuta nuovamente perché, a distanza di 8 mesi, l'insegna è ancora coperta da sacchi neri (foto di archivio) e questo crea in primis problemi di decoro urbano. All'Ufficio Commercio di Palazzo De Capitani, inoltre, non risulta depositata nessuna richiesta per la presenza della stessa insegna. Per questo la Polizia locale, coordinata dal comandante Roberto Adamo, ha effettuato un sopralluogo ed elevato una sanzione da 419 euro. Siamo andati nel negozio di via Libertà per parlare con il titolare e chiedere un suo commento, ma questo ha preferito non rilasciare dichiarazioni in merito.

Aggiungi commento