Incendio alla Afo, i dettagli dell'intervento dell'Arpa

incendiomonterosaE.jpgConcorezzo. Nessun dettaglio è stato trascurato e presto saranno disponibili gli esiti dei rilievi fatti dai tecnici Arpa per stabilire esattamente cosa sia bruciato lunedì all'alba nel cortile della Afo Ambiente srl di via Monte Rosa, 42.
Come anticipato, concorezz.org è in grado di fornire in esclusiva alcuni dettagli del sopralluogo dei tecnici dell'Agenzia regionale per l'ambiente, allertata dal Pirellone insieme alla Protezione civile. Sul posto, come raccontato nei precedenti servizi, si erano precipitati in massa anche i Vigili del fuoco di Vimercate, Monza, Sesto e Lissone, il 118 di Vimercate e Cornate, la Polizia locale di Concorezzo, i carabinieri di Concorezzo e Monza.
Tantissime le richieste di informazioni dei nostri lettori e dei cittadini, alcuni dei quali avevano accusato forti bruciori alla gola e agli occhi e, come raccontato sui social network, alcuni di loro non sono riusciti nemmeno a dormire nella notte tra lunedì e martedì per le forte esalazioni presenti nell'aria (la colonna di fumo, alta alcune decine di metri, era visibili da Lecco a Segrate, ndr).
"I tecnici che hanno effettuato il sopralluogo non si sono naturalmente basati solo sulle dichiarazioni della ditta - spiegano dalla direzione generale dell'Arpa in via Rossellini 17 a Milano - Nel corso del loro intervento, durato alcune ore, sono stati messi in atto tutti gli accertamenti del caso, che hanno ricompreso una serie di attente verifiche, fra cui l’esame approfondito delle aree e delle modalità di stoccaggio e gestione dei materiali, l’immediata valutazione tecnica della composizione sia del materiale che stava bruciando sia di quello stoccato e il controllo della documentazione analitica di una partita rappresentativa dei rifiuti in giacenza al momento dell’evento, attestante la classificazione del rifiuto come NON pericoloso. Mercoledì mattina è stato effettuato un ulteriore sopralluogo per verificare la regolarità della situazione. Nello specifico, l’incendio risultava completamente spento e i cumuli di rifiuti bruciati e di rifiuti di legno non coinvolti erano stati separati tra loro come da indicazioni fornite dai Vigili del fuoco; la vasca di raccolta delle acque  era ancora piena dei reflui di spegnimento in attesa di essere smaltiti. Al momento, i tecnici ARPA sono ancora impegnati presso il luogo dell’evento per supervisionare le operazioni di campionamento delle acque e dei residui combusti, effettuate a carico della ditta, al fine di poter valutare un’eventuale successiva verifica del regolare smaltimento degli stessi. Nei prossimi giorni saranno disponibili gli esiti degli accertamenti analitici per una compiuta valutazione conclusiva dell’evento".

 

Commenti   
0 #4 max 2013-09-14 06:20
Citazione:
http://ita.arpalombardia.it/ita/legna_come_combustibile/HTM/tossic.htm C'è UN PO DI CONTROSENSO COSA NE PENSATE?
è proprio quallo che pensavo ed ho scritto (vedi altro articolo su Concorezzo.org).
se io sono fuori norma quando accendo un camino domestico per i fumi di scarico, figuriamoci quali e quanti danni ha provocaro un un rogo di questa portata!
e l'ARPA non analizza l'aria!
ridicolo!
0 #3 giuseppina 2013-09-13 19:25
http://ita.arpalombardia.it/ita/legna_come_combustibile/HTM/tossic.htm C'è UN PO DI CONTROSENSO COSA NE PENSATE?
0 #2 giuseppina 2013-09-13 19:03
interessante per tutti coloro che hanno subito le nubi tossiche nell'ultimo anno http://www.beppegrillo.it/2007/05/diossina_de_lon.html
0 #1 Ernesta Barbarisi 2013-09-12 15:20
Forte bruciore e irritazione agli occhi.
Anch'io ho avuto problemi per dormire a causa dell'acre odore nell'aria.
Saluti cordiali
Aggiungi commento