Slider

Impiegata senza green pass a scuola, ecco cosa rischia

scuola media concorezzo.jpegConcorezzo. E' tornato il sereno alle scuole medie di via Lazzaretto dopo che, la scorsa settimana, il tentativo di accedere all'istituto da parte di una impiegata senza il green pass (ovvero senza vaccinazione ma anche senza l'esito di un tampone) aveva reso necessario l'intervento di Polizia locale e Carabinieri.

Concorezzo: a scuola senza green pass, caos alle medie

Non è chiaro se la dipendente abbia provveduto nelle ore successive a sottoporsi a un tampone o abbia preferito prendersi qualche giorno di sospensione. Le regole introdotte dagli ultimi decreti (decreto legge 111 del 6 agosto e decreto green pass 2) sono molto chiare e, per non incorrere in provvedimenti, i dirigenti scolastici sono tenuti ad applicarle in maniera rigorosa.

SANZIONIChi, pur avendo l’obbligo, non esibisce il green pass e cerca di entrare all'interno di un edificio scolastico rischia una sanzione dai 400 ai mille euro. Per i docenti c’è la sanzione aggiuntiva, dopo cinque giorni di assenza, della sospensione dello stipendio. A controllare il pass sono i dirigenti delle istituzioni scolastiche, ma anche i datori di lavoro. A breve sarà a disposizione un software che garantisca la privacy ma allo stesso tempo consento di evitare il controllo quotidiano, inserendo banalmente la data di scadenza del green pass. 

SOSPENSIONE STIPENDIO. Oltre la sanzione, a docenti e ATA senza green pass non viene corrisposta nessuna retribuzione dal primo giorno di assenza ingiustificata. Per il personale che non può sottoporsi a vaccinazione per motivi di salute, è possibile ottenere il certificato di esenzione. La certificazione può essere rilasciata fino al 30 settembre. A rilasciarla sono i medici vaccinatori dei Servizi vaccinali delle Aziende ed Enti dei Servizi Sanitari Regionali o dai Medici di Medicina Generale o Pediatri di Libera Scelta dell’assistito che operano nell’ambito della campagna di vaccinazione anti-SARS-CoV-2 nazionale.

ASSENZA INGIUSTIFICATAIl mancato possesso della certificazione verde è inoltre qualificato come “assenza ingiustificata” e il personale scolastico che ne è privo non può svolgere le funzioni proprie del profilo professionale, né permanere a scuola, dopo aver dichiarato di non esserne in possesso o, comunque, qualora non sia in grado di esibirla al personale addetto al controllo. Per il personale scolastico assente ingiustificato “a decorrere dal quinto giorno di assenza il rapporto è sospeso e non sono dovuti la retribuzione né altro compenso o emolumento, comunque denominato“.

Leggi anche

Concorezzo, incendio alla Selpower

Aggressione in via Veneto, ferito un ventisettenne

Storie di scuole medie, il nuovo libro di Ivan Villa

Concorezzo, 500 bassotti pronti a sfilare e commuovere

 

 

 

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI