Fumagalli al seguito di Cracco nell'angolo parigino di Milano

paolofumagalli2.JPGConcorezzo. Affiancherà lo chef stellato Carlo Cracco in quello che sta per diventare uno degli alberghi cinque stelle più prestigiosi di Milano. "Palazzo Parigi" è la nuova sfida architettonica e alberghiera della famiglia vimercatese Giambelli, che ha affidato all'architetto Paola Giambelli e al celebre Pierre Yves Rochon la realizzazione di questa nuova icona del lusso e del benessere. Nella sorprendente struttura tra via Fatebenefratelli e corso di Porta Nuova (inaugurazione il 5 settembre) lavorerà anche il concorezze Paolo Fumagalli, 33 anni, titolare del ristorante il Rosmarino di via Dante. Scuola alberghiera in Valle Seriana e formazione in prestigiosi cinque stelle milanesi, Fumagalli aveva coronato un primo sogno aprendo il ricercato spazio culinario nella sua Concorezzo, offrendo di volta in volta piatti che sposano la ricercatezza enogastronomica con il rispetto delle tradizioni (citiamo ad esempio le sempre riuscite serate "Cassoeula e Bollicine"). Ora la nuova sfida. Nei giorni scorsi Fumagalli, cresciuto in via Oreno, ha firmato un contratto con la proprietà per affiancare Cracco a "Palazzo Parigini". Quest'ultimo sarà chef executive della struttura, mentre Fumagalli avrà in carico l'organizzazione degli eventi. Nella squadra anche sommelier di eccezionale caratura. La struttura mette a disposizione 98 camere, e una delle suite presidenziali tra le più grandi della città (forse la più grande), disposta su oltre 250 metri quadrati.
Numeri e dettagli che danno l'idea del grande salto di Fumagalli. L'ho intervistato lo scorso anno (http://www.concorezzo.org/redazionali/il-rosmarino-i-segreti-dei-5-stelle-di-milano-nella-cucina-di-concorezzo-799.html), e con apprezzabile discrezione non aveva voluto rivelare il nome degli chef con cui si era formato. Ora qualche ipotesi potremmo anche farla...

b_230_220_16777215_00_images_carlocracco.jpegb_230_220_16777215_00_images_palazzoparigi.jpeg

Aggiungi commento