Elementari, genitori imbianchini per amore dei figli

imbiancatura5.JPGConcorezzo. Hanno passato il fine settimana sui banchi di scuola. Non un ritorno al passato, ma un gesto d'amore di alcuni genitori che, sabato e domenica, si sono improvvisati imbianchini per rimettere in sesto le aule delle elementari dove i propri figli passano la maggior parte del loro tempo negli anni più preziosi.

All’alba una squadra di papà, dopo aver ottenuto i permessi del Comune della dirigenza scolastica (anche qui la burocrazia italiana è maestra…), si è messa al lavoro all’interno delle classi 1 A e 1 B delle “Marconi” (il prossimo weekend sarà la volta dei genitori della sezione C).

Come dimostrano le foto (gentilmente concesse a concorezzo.org), lo stato dei muri si presentava in maniera non degna alla formazione degli alunni: muri scrostati, intonaci cadenti, vernice ormai annerita. Sono state necessarie diverse mani di stucco (dopo un accurato scarteggiamento) prima di poter passare la vernice, e non sono nemmeno mancati momenti di scoramento, visto che lo stato delle aule aveva quasi reso la missione impossibile.

Con forza di volontà e olio di gomito, però, il risultato alla fine è arrivato.

b_230_220_16777215_00_images_imbiacantura4.jpeg

“E’ stata proprio una bella occasione – racconta un papà che ha chiesto l’anonimato proprio per confermare la natura volontaristica e gratuita del gesto – Non solo abbiamo reso le aule dei nostri figli migliori, ma abbiamo reso più forte il rapporto tra noi papà, che spesso viviamo la realtà della scuola solo attraverso i racconti di mogli e figli”.

Naturalmente l’intervento ha incontrato il plauso delle insegnanti, per la positività del segnale lanciato da questi papà, non solo alla comunità scolastica, ma all’intero paese.

Il Comune, da parte sua, ha supportato fortemente l’iniziativa, fin dal lontano mese di novembre, quando alcuni genitori, un po’ scossi dalla visione dello stato delle aule, chiesero l’autorizzazione per poter intervenire direttamente.

Lo scoglio della burocrazia e anche l’esigenza di non interferire con la didattica ha spostato l’intervento a giugno: l’Amministrazione comunale e il sindaco Riccardo Borgonovo hanno messo a disposizione tutto il materiale necessario all’intervento.

Una bella lezione di vita da prendere davvero ad esempio.

b_230_220_16777215_00_images_imbiancatura3.jpeg

b_230_220_16777215_00_images_imbiancatura6.jpegb_230_220_16777215_00_images_imbiancatura7.jpeg

 

Commenti   
0 #4 Giovanni 2013-06-23 15:20
E' stata una bellissima iniziativa; un'occasione per conoscersi meglio tra genitori e che ci ha riempito di orgoglio per aver reso la classe dei nostri figli un allegro e pulito ambiente dove crescere ed imparare! Ancora grazie a tutti.
Giovanni
0 #3 Alessandra 2013-06-18 12:35
Lamentandoci soltanto dell'inerzia di "chi è competente" non avremmo risolto il problema che ci stava a cuore, ovvero un'aula sana per i nostri figli. Purtroppo burocrazia e patti di stabilità vari non hanno permesso al Comune di intervenire prima di noi; quindi perchè stare fermi quando con un pò di buona volontà siamo riusciti nel nostro intento? Se anzichè darci da fare ci fossimo lamentati e basta, le aule dei nostri figli sarebbero ancora in condizioni pietose.
0 #2 LUIGI 2013-06-17 11:21
Peccato che i disagi dovrebbero aggiustarli chi di competenza e non i genitori.
0 #1 DANIELA 2013-06-17 08:31
Grazie a tutti i papà, le mamme, le insegnanti, il preside e il comune che hanno reso possibile un così bel risultato...
A volte basta smettere di lamentarsi dei disagi e delle inefficienze e collaborare per il bene comune. E' il risultato quello che conta non trovare necessariamente sempre un colpevole. E' bello pensare che i nostri figli a settembre entreranno in un aula meravigliosa ricca di colore e pulizia.
Daniela
Aggiungi commento