Consiglio di istituto, bagarre sulla lista alternativa

b_450_500_16777215_00_images_comunit_educante.jpegLiscia, gasata o ferrarelle? Più a sinistra, più cattolica o più in mezzo? Non c'è che dire. Se le elezioni del Consiglio di istituto in passato erano sempre vissute sulla sopita rivalità tra l'Associazione genitori che piace tanto alla sinistra e Comunità educante di area cattolica, la nascita di un terzo polo anche a Concorezzo ha fatto discutere. In primis per la discesa in campo dell'assessore all'Istruzione Emilia Sipione, in secondo luogo perché questa alternativa ha ancor di più evidenziato le storiche e mascherate (?) rivalità. Si vota il 20 e 21 novembre, e queste ore sono dedicate alla ricerca dei consensi. Comunità educante si è presentata ufficialmente in oratorio e hha messo in facebook la propria lista (foto). Per i tre è stato scelto uno slogan ad hoc. I lettori di concorezzo.org intanto dicono la propria. Scrive Claudio: "

La cosa paradossale ed inconcepibile è che prima si dice che nella scuola tutto è condito di politica e poi, per dare una svolta di novità, si candida un politico con incarico d’assessore, iscritto ad un partito. L’unica novità che vedo in tutta questa storia grottesca è che prima c’erano due associazioni di genitori, ora ce n’è una terza di certificata natura politica: gran bel segno di discontinuità del passato e di utilissima novità nella scuola! Complimentoni!". Voi cosa ne pensate?

Commenti   
0 #10 EMILIA SIPIONE 2011-11-16 01:08
Come parte chiamata in causa vorrei solo esprimere il mio parere in merito a tutta la vicenda. Negli ultimi anni assistiamo ad uno scenario sociale in cui ognuno si sente di saper parlare di tutto. Fortunatamente la libera espressione è ancora un diritto sancito e tutelato dalla nostra Costituzione, tuttavia bisogna essere consapevoli che questo rientra tra i nostri diritti e che quindi sarebbe opportuno esercitarlo nei migliori dei modi. Devo alla mia famiglia e soprattutto a mia nonna che mi ha accudito mentre i miei genitori lavoravano, la consapevolezza che prima di parlare devo essere pienamente a conoscenza degli argomenti che espongo.
D'altra parte mia nonna aveva un'azienda agricola e quindi non mi parlava nè di chimica organica, nè di arte, nè di folosofia, perchè erano argomenti che non conosceva e quindi si limitava amorevolemte a raccontarmi fiabe, racconti popolari ed esperienze vissute.
Per questi motivi sono cresciuta in una famiglia dove se si parlava di un argomento era necessario conoscerlo.
Senza perdermi nei racconti della mia infanzia e venendo al dunque, volevo innanzitutto dire al sig. Perplesso (mi piace il nome e anche il coognome) che per regolamento comunale sono anche Presidente della Commissione Mensa, come gli assessori precedenti e che questo non ha mai destato scalpore. Io stessa mi reco nelle mense scolastiche e al centro cottura con la tecnologa alimentare e i dipendenti dell'ufficio scuola, per monitorare il servizio che all'Amministraz ione Comunale costa circa € 280.000,00 annui.
Inoltre volevo portare a conoscenza che esiste uno Statuto che regola le competenze del Consiglio di Istituto di Concorezzo. Detto statuto è stato adottato nell'anno 2007. Mi risulta che l'assessore Ridolfi fosse assessore prima se non ricordo male. Credo che dal 2004 al 2009 abbia governato il Sindaco Lissoni con un altro assessore alla partita. Pertanto se la figura dell'assessore fosse stata così ingrombrante per il Consiglio di Istituto , avrebbero potuto scriverlo e sancirlo nella propria Magna Carta Libertatum, nel 2007.
Per quanto riguarda l'incompatibili tà tra la carica di assessore e membro del Consiglio di Istituto non sono io a certificarla , bensì la legge. Come sancito dall'ordinanza ministeriale n. 215 del 15 luglio 1991, esiste una commissione elettorale, alla quale si può fare domanda e chiedere se il candidato Emilia Sipione della Lista n. 1 dal motto : Sostenere la scuola" risulta incompatibile con la propria carica di assessore. Chiunque ne abbia interesse può farlo. Dunque se ha bisogno di chiarimenti si rivolga alla Direzione Scolastica.
Ora un appello ai lettori: per favore diamo l'importanza giusta alle cose.
Non storpiamo il significato di tutto. Non buttiamo fango sulle persone e le loro buone intenzioni. Non vediamo il male dove non esiste. Dobbiamo lavorare tutti in modo concreto e costruttivo per le future generazioni.
Ah dimenticavo, per il sig. Perplesso, può scaricarsi la copia dello Statuto del Consiglio di Isituto dal sito dell'Istituto Comprensivo o chiederlo alla Direzione Didattica di via Lazzaretto.
Emilia Sipione
0 #9 EMILIA SIPIONE 2011-11-16 01:08
Come parte chiamata in causa vorrei solo esprimere il mio parere in merito a tutta la vicenda. Negli ultimi anni assistiamo ad uno scenario sociale in cui ognuno si sente di saper parlare di tutto. Fortunatamente la libera espressione è ancora un diritto sancito e tutelato dalla nostra Costituzione, tuttavia bisogna essere consapevoli che questo rientra tra i nostri diritti e che quindi sarebbe opportuno esercitarlo nei migliori dei modi. Devo alla mia famiglia e soprattutto a mia nonna che mi ha accudito mentre i miei genitori lavoravano, la consapevolezza che prima di parlare devo essere pienamente a conoscenza degli argomenti che espongo.
D'altra parte mia nonna aveva un'azienda agricola e quindi non mi parlava nè di chimica organica, nè di arte, nè di folosofia, perchè erano argomenti che non conosceva e quindi si limitava amorevolemte a raccontarmi fiabe, racconti popolari ed esperienze vissute.
Per questi motivi sono cresciuta in una famiglia dove se si parlava di un argomento era necessario conoscerlo.
Senza perdermi nei racconti della mia infanzia e venendo al dunque, volevo innanzitutto dire al sig. Perplesso (mi piace il nome e anche il coognome) che per regolamento comunale sono anche Presidente della Commissione Mensa, come gli assessori precedenti e che questo non ha mai destato scalpore. Io stessa mi reco nelle mense scolastiche e al centro cottura con la tecnologa alimentare e i dipendenti dell'ufficio scuola, per monitorare il servizio che all'Amministraz ione Comunale costa circa € 280.000,00 annui.
Inoltre volevo portare a conoscenza che esiste uno Statuto che regola le competenze del Consiglio di Istituto di Concorezzo. Detto statuto è stato adottato nell'anno 2007. Mi risulta che l'assessore Ridolfi fosse assessore prima se non ricordo male. Credo che dal 2004 al 2009 abbia governato il Sindaco Lissoni con un altro assessore alla partita. Pertanto se la figura dell'assessore fosse stata così ingrombrante per il Consiglio di Istituto , avrebbero potuto scriverlo e sancirlo nella propria Magna Carta Libertatum, nel 2007.
Per quanto riguarda l'incompatibili tà tra la carica di assessore e membro del Consiglio di Istituto non sono io a certificarla , bensì la legge. Come sancito dall'ordinanza ministeriale n. 215 del 15 luglio 1991, esiste una commissione elettorale, alla quale si può fare domanda e chiedere se il candidato Emilia Sipione della Lista n. 1 dal motto : Sostenere la scuola" risulta incompatibile con la propria carica di assessore. Chiunque ne abbia interesse può farlo. Dunque se ha bisogno di chiarimenti si rivolga alla Direzione Scolastica.
Ora un appello ai lettori: per favore diamo l'importanza giusta alle cose.
Non storpiamo il significato di tutto. Non buttiamo fango sulle persone e le loro buone intenzioni. Non vediamo il male dove non esiste. Dobbiamo lavorare tutti in modo concreto e costruttivo per le future generazioni.
Ah dimenticavo, per il sig. Perplesso, può scaricarsi la copia dello Statuto del Consiglio di Isituto dal sito dell'Istituto Comprensivo o chiederlo alla Direzione Didattica di via Lazzaretto.
Emilia Sipione
0 #8 Perplesso 2011-11-15 14:54
Ritengo comunque sia quantomeno imbarazzante per un consiglio di istituto avere tra le proprie file l'assessore all'istruzione, mensa, edifici, custodi, fondi , etc,,,, dipendono da lui. L'incompatibili tà potrebbe non esserci, anche se non dovrebbe essere il diretto interessato a certificarla, sussiste viceversa una specie di conflitto di interessi, in certe situazioni come controllore di se stesso e prefigurandosi come una presenza coercitiva ed ingombrante nel consiglio. In passato il dott. Ridolfi era componente del consiglio ma ex assessore all'istruzione. Vorrei poi dire a tutti che il numero di votanti è sempre esiguo, poi c'è sempre gente che si sente non rappresentata che si lamenta e poi non viene a votare... Alla prossima riunione in cui si parlerà di arredi mancanti, di giardini fatiscenti, di lavori incompiuti, di mensa carente cosa succederà? Il neo presidente-asse ssore come si comporterà? Perché non si candida anche nella commissione mensa? Se non lo ha ancora fatto
0 #7 Perplesso 2011-11-15 14:54
Ritengo comunque sia quantomeno imbarazzante per un consiglio di istituto avere tra le proprie file l'assessore all'istruzione, mensa, edifici, custodi, fondi , etc,,,, dipendono da lui. L'incompatibili tà potrebbe non esserci, anche se non dovrebbe essere il diretto interessato a certificarla, sussiste viceversa una specie di conflitto di interessi, in certe situazioni come controllore di se stesso e prefigurandosi come una presenza coercitiva ed ingombrante nel consiglio. In passato il dott. Ridolfi era componente del consiglio ma ex assessore all'istruzione. Vorrei poi dire a tutti che il numero di votanti è sempre esiguo, poi c'è sempre gente che si sente non rappresentata che si lamenta e poi non viene a votare... Alla prossima riunione in cui si parlerà di arredi mancanti, di giardini fatiscenti, di lavori incompiuti, di mensa carente cosa succederà? Il neo presidente-asse ssore come si comporterà? Perché non si candida anche nella commissione mensa? Se non lo ha ancora fatto
0 #6 Aldo 2011-11-14 17:41
Probabile che chi si "sorprende" della "discesa in campo" di una nuova lista o è contro la democrazia o è in malafede......
Forse il fastidio deriva dal fatto che questa lista, che non è la lista dell'assessore, ma una lista diversa dalle altre due...in tante cose......sarà votata da genitori che non si sono mai sentiti rappresentati dalle altre due liste.
Vorrei anche risordare, a proposito di liste di "certificata natura politica", che alle elezioni amministrative del 2009 a Concorezzo, cioè le ultime, nella lista del CENTRO SINISTRA che appoggiava il Sindaco uscente Lissoni c'era nientemeno che il Presidente del Consiglio d'Istituto, tale Brambilla Maurizio ( e sull'opuscolo che riportava il programma del Centro Sninistra con i candidati era pure scritto che era il Presidente del Consiglio d'Istituto ) quindi, fate vobis........

http://www.ilcentrosinistra.it/LinkClick.aspx?link=Elezioni2009%2fProgramma-110509_LOW.pdf&tabid=93&mid=2660
Aggiungi commento