C'è in giro un rapinatore seriale? Colpito anche Fili di fantasia

b_450_500_16777215_00_images_filifantasia2.jpegConcorezzo. Tre rapine nel giro di pochi giorni. E la mano potrebbe essere la stessa. Ieri mattina è toccato alla boutique di sartoria e mercerie "Fili di fantasia", al 150 della centralissima via Libertà.
Come ha spiegato a concorezzo.org una delle titolari, Monia Colombo, il malvivente è entrato in negozio a volto scoperto: italiano, 35-40 anni, moro, all'inizio ha chiesto informazioni per l'acquisto di alcune maglie. Quindi, dopo essersi assicurato di essere rimasto solo con l'altra titolare (Laura Della Bosca) ha estratto un sacchetto di carta e ha minacciato la donna. Quest'ultima non ha potuto fare altro che vuotare quanto presente in cassa, circa 150 euro (tecnicamente per il Codice penale potrebbe anche non essere catalogata come rapina, ndr). Ora i carabinieri di via Ozanam e la Polizia locale stanno setacciando il territorio e studiando alcune immagini riprese da diverse telecamere di sicurezza.Ovviamente sono in tanti a sperare in una presenza rinforzata delle Forze dell'ordine per le vie del centro e non solo. In precedenza era toccata ad un altro negozio del settore, "Il mondo del cucito" di Carolina Bruno (http://goo.gl/yRPwcG). In quella occasione il bandito aveva agito mascherato con una parrucca bionda. La scelta della tipologia del negozio portebbe a ritenere che il rapinatore sia sempre lo stesso. Venerdì pomeriggio, infine, un bandito armato di taglierino è entrato in azione al Credito cooperativo di Inzago in via Remo Brambilla. La caccia è aperta.

Commenti   
0 #3 MarcoB 2013-08-06 10:13
concordo sul discorso delle pene certe. E' come per l'evasione fiscale, quando uno sa che la farà franca continuerà ad evadere perchè ne ha convenienza
0 #2 pp 2013-07-25 08:25
ci risiamo!!!!! i controlli sul territorio vanno fatti ......cosa aspettiamo... che succeda una disgrazia!!!
0 #1 Laura Della Bosca 2013-07-24 14:27
Gentilissima redazione, benissimo l'articolo che sicuramente mette all'erta tutti i commercianti che come me potrebbero essere vittima di disgraziati che non si fanno scrupoli a spaventare le persone e derubarle.
Ci tenevo però a precisare che il rapinatore mi ha detto di aprire la cassa, ma per il "prelievo" si è servito da solo !
Aggiungo inoltre che,va bene il rinforzo delle forze dell'ordine ( a tal proposito ringrazio il Comandante e i carabinieri intervenuti subito appena chiamati che mi hanno anche supportato moralmente ) ma ritengo ci vogliano pene certe per questi disgraziati che si prendono certe libertà e il più delle volte se la cavano con semplici denunce.
Scusate lo sfogo ma la rabbia è tanta !
Aggiungi commento