300mila euro per le imprese della Brianza!

cameracommerciomb.jpgDa oggi al via il bando “Contributi in abbattimento tassi per programmi a sostegno della liquidità aziendale” fino ad esaurimento risorse.   

Monza, 1 agosto 2012. La Camera di commercio stanzia 300mila Euro per le imprese della Brianza a sostegno della liquidità: un aiuto contro la crisi e un sostegno per sopperire alle difficoltà nei pagamenti a favore delle imprese brianzole. Da oggi al via, infatti, il bando “Contributi in abbattimento tassi per programmi a sostegno della liquidità aziendale”. Una crisi che per la Brianza si è fatta sentire soprattutto in termini di riduzione del fatturato (72,5% delle imprese), riduzione delle commesse (45,5%) e difficoltà nei pagamenti (34,4%). E la Camera di Commercio di Monza e Brianza intende promuovere e sostenere l’accesso al credito delle piccole e medie imprese attraverso un programma a sostegno della liquidità aziendale con uno stanziamento complessivo pari a € 300.000, in via straordinaria, alla luce della difficile congiuntura economica, volto a sostenere le esigenze di liquidità delle piccole e medie imprese di Monza e Brianza tramite contributi in conto abbattimento tassi di interesse. Il bando sostiene le PMI che tramite i Consorzi e Cooperative di Garanzia Collettiva Fidi stipulano contratti di finanziamento bancario al fine di realizzare operazioni volte a sostenere la liquidità aziendale. Bando e modulistica scaricabili su www.mb.camcom.it

Negli ultimi mesi del 2011 e nei primi mesi del 2012 le condizioni del mercato del credito a sostegno dell’economia reale si sono notevolmente deteriorate, con una restrizione dei canali di accesso al credito e l’aumento dei tassi di interesse sui prestiti alle imprese. - ha dichiarato Carlo Edoardo Valli, Presidente della Camera di commercio di Monza e Brianza La mancanza della liquidità necessaria alle imprese rischia quindi di paralizzare il sistema produttivo: per far fronte agli effetti del credit crunch come Camera di commercio di Monza e Brianza abbiamo scelto di essere al fianco delle nostre PMI con un interevento straordinario sul fronte del credito con un nuovo bando contributi in conto abbattimenti tassi per programmi a sostegno della liquidità aziendale.”

Il bando “Contributi in abbattimento tassi per programmi a sostegno della Liquidità aziendale”

A chi è rivolto

Il bando è rivolto alle micro, piccole e medie imprese di tutti i settori e che abbiano la  sede legale iscritta al Registro Imprese della Camera di commercio di Monza e Brianza, che non siano in stato di liquidazione e non siano sottoposte ad alcuna procedura concorsuale, che siano in regola con la denuncia di inizio attività, che siano in regola con il pagamento del diritto camerale, che siano in regola con il versamento dei contributi previdenziali dei dipendenti e che, tramite Consorzi di Garanzia Fidi (Confidi), stipulino contratti di finanziamento bancario a sostegno della liquidità aziendale.

Caratteristiche del contributo

L’intervento prevede l’assegnazione di un contributo in abbattimento tassi sull’importo dell’investimento ritenuto agevolabile. Verrà applicato un abbattimento di 2,00 punti del costo di ciascun finanziamento o di leasing che non potrà essere inferiore a € 10.000,00 e superiore a € 150.000,00. I contributi verranno assegnati previa verifica formale e sostanziale dei requisiti, seguendo l’ordine di protocollo delle istanze e fino ad esaurimento dello stanziamento previsto entro 2 mesi dalla data di ricezione della domanda, e sarà erogato in un’unica rata attualizzata.

Modalità di partecipazione

Per partecipare all’iniziativa e beneficiare dei contributi le imprese devono:

1. stipulare un finanziamento bancario a partire dal 1 agosto 2012 con le caratteristiche di cui

all’art. 4 del bando;

2. consegnare al Confidi garante i seguenti documenti:

  • domanda di contributo;
  • dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà compilata sui moduli appositamente predisposti;
  • copia del documento di identità di chi ha sottoscritto i documenti;
  • copia del contratto di finanziamento debitamente sottoscritto dalle parti e avente durata non inferiore ai 24 mesi e superiore ai 60 mesi;
  • relazione tecnica concernente l’utilizzo del finanziamento;
  • parere favorevole della Cooperativa Fidi attestante la conformità della domanda alle finalità e ai principi del bando.

Si specifica che la partecipazione dell’impresa all’iniziativa si perfezionerà esclusivamente con la trasmissione da parte dei Confidi della documentazione sopra elencata alla Camera di Commercio che quindi provvederà all’assegnazione del numero di protocollo utile alla definizione della graduatoria dei beneficiari dei contributi.

Informazioni
Ufficio promozione per le imprese: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Commenti   
0 #1 giolagana@yahoo.com 2012-08-21 15:22
ho letto il bando e francamente se si fosse trattato di 300 milioni di euro l' idea avrebbe anche, forse, un senso ...
ma con 300 mila mi sembra dare da mangiare un chicco di grano ad un elefante affamato... perchè la cciaa di monza non investe diversamente i propri soldi ad esempio meglio preparando i suoi iscritti a gestire crisi sistemiche, la depressione economica , la crisi industriale e la desertificazion e del credito ... che dovremo affrontare nei propssimi anni e sperpera cosi il denaro ? e gradita una risposta
Aggiungi commento